Vienna capitale della musica: un 2020 nel segno di Beethoven

30 dicembre 2019

Casa della Musica, Vienna. © Haus der Musik / Inge Prader

Tra gli appuntamenti culturali di rilievo internazionale che contraddistingueranno l’anno in arrivo, un posto di primo piano spetta alla ricorrenza dei 250 anni dalla nascita di Ludwig van Beethoven. Le celebrazioni in omaggio al compositore, pianista e direttore d’orchestra originario di Bonn, in Germania, si estenderanno anche oltre i confini della sua terra d’origine, coinvolgendo in particolare la capitale austriaca.

Per l’occasione è stato messo a punto il programma Vienna 2020. Capital of Music, che raccoglie una pluralità di iniziative estese all’intero anno. Il doveroso tributo a Beethoven è alla base di un progetto articolato, finalizzato a riaffermare le ragioni che hanno reso il binomio tra la città e la musica tanto saldo e identitario.

BEETHOVEN A VIENNA

A precedere l’avvio ufficiale delle celebrazioni è stato il ciclo beethoveniano proposto dall’Orchestra Filarmonica di Vienna; avviato nell’autunno 2019, si concluderà nel giugno 2020. Le principali sale da concerto della capitale, tra cui l’elegantissima Musikverein, che ha sede in un edificio prossimo al traguardo dei 150 anni dall’apertura, rafforzeranno nelle rispettive programmazioni la presenza della musica di Beethoven. Tra i primi grandi eventi musicali dell’anno, si segnala la ricostruzione del concerto della Große Akademie del 1808: l’appuntamento è fissato alla Wiener Konzerthaus, l’11 gennaio 2020. Spazio anche all’unica opera lirica firmata da Beethoven: il suo Fidelio sarà rappresentato sia all’Opera di Stato di Vienna sia al Theater an der Wien. La prima delle tre versioni esistenti sarà in cartellone dall’1 al 14 febbraio 2020, all’Opera di Stato.

Dalla musica all’arte il passo sarà breve. In ricordo del “viennese d’adozione” Beethoven, anche musei e spazi espositivi faranno la loro parte. Considerato l’ultimo rappresentante di rilievo del Classicismo viennese, il compositore ha infatti “ispirato” la mostra Inspiration Beethoven. A sympohonie in pictures from Vienna 1900, al via il 30 maggio 2020 al Leopold Museum. Immancabile, tra le tante istituzioni della capitale coinvolte, è la partecipazione del Kunsthistorisches Museum Vienna: dal 23 marzo prossimo, sarà sede della mostra Beethoven bewegt. Dipinti, video e performance di artisti di ieri e di oggi – da Caspar David Friedrich a William Turner, da Francisco de Goya ad Anselm Kiefer, da Auguste Rodin a Rebecca Horn – daranno vita a un itinerario non solo visivo tra l’epoca del compositore e i giorni nostri.

[Immagine in apertura: Casa della Musica, Vienna. © Haus der Musik / Inge Prader]