Björk mette in musica i cambiamenti atmosferici, grazie all’intelligenza artificiale

21 gennaio 2020

Bjork

Quando arte e nuove tecnologie si uniscono il risultato è spesso sorprendente. Se a innescare questa combinazione poi è una mente brillante come quella di Björk (nell’immagine in apertura), l’effetto si preannuncia ancora più mozzafiato, facendo crescere le aspettative. È così per Kórsafn, il nuovo attesissimo software creato dalla cantante e musicista islandese in collaborazione con l’azienda Microsoft.

A rendere il progetto straordinario è l’incontro tra musica e intelligenza artificiale. Creato nei laboratori del colosso statunitense, il software consiste nella riproduzione automatica di musiche generate in accordo ai cambiamenti del tempo.

MUSICA E INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Attraverso una speciale webcam installata sul tetto dell’hotel Sister City di New York, l’IA sarà in grado di “catturare” gli spostamenti delle nuvole, il cambiamento della luce solare, il vento, la pioggia. Codificati attraverso un apposito sistema di algoritmi, gli agenti atmosferici saranno poi “trasformati” in suoni scelti dall’archivio musicale della cantante – incluse le collaborazioni di Björk con il coro islandese Hamrahlid.

Il risultato di questa “sinfonia ambientale” verrà riprodotto nella hall dell’hotel statunitense, immergendo ospiti e passanti all’interno di un’atmosfera modulata in risposta ai cambiamenti della natura.