Lusso, bellezza e potere al Louvre Abu Dhabi

16 gennaio 2020

Ten-leaved Screen Foxes Armand-Albert Rateau France, Paris, c. 1921–1922 Lacquered and gilded wood Paris, Musée des Arts Décoratifs Gift of Prince Louis de Polignac, with the agreement of Yves Lanvin, in memory of Countess Jean de Polignac, daughter of Jeanne Lanvin, 1965 Photo credit: © MAD, Paris - Jean Tholance

Vi avevamo parlato della mostra 10,000 Years of Luxury qualche giorno fa, presentandovela come uno degli eventi più risonanti della programmazione 2020 del Louvre Abu Dhabi. Aperta fino al prossimo 18 febbraio, la mostra si presenta come la prima ricognizione esaustiva sulla storia del lusso, offrendo al pubblico un insieme di opere di varia natura che ripercorrono, dal passato al presente, l’evoluzione del modo di intendere e di ostentare ricchezza nelle diverse regioni del mondo.

IL PERCORSO ESPOSITIVO

Curato da Olivier Gabet, il progetto raccoglie gioielli, oggetti di design, opere d’arte e capi d’abbigliamento per un totale di oltre 350 manufatti – molti dei quali provenienti dal Musée des Arts Décoratifs di Parigi, partner dell’evento.

Fra i pezzi esclusivi in mostra, la più antica perla al mondo – scoperta nel 2017 sull’isola di Marawash e databile al 5.800 a.C. –, o ancora la collana di elementi naturali appartenuta alla diva araba Umm Kulthum, parte della collezione del Museo Nazionale di Zayed. Non mancano inoltre bacili siriani decorati, ceramiche moresche della Spagna medievale e pietre preziose di varia natura, disposti in ordine cronologico all’interno di un percorso organico ed esaustivo.

Chiudono il progetto le sezioni relative all’Ottocento e al Novecento, alla moda e al consumismo. È qui che il concetto di lusso viene espresso nella sua variante a noi più vicina, passando da pura espressione estetica a “bene di consumo”. Accessori firmati, capi d’abbigliamento e fragranze caratterizzano quest’ultimo ambito della mostra. A emergere sono i marchi più iconici del fashion business mondiale, simbolo per eccellenza di eleganza e fastosità: su tutti Chanel, Christian Dior e Givenchy.

[Immagine in apertura: Ten-leaved Screen Foxes , Armand-Albert Rateau. France, Paris, c. 1921–1922. Lacquered and gilded wood. Paris, Musée des Arts Décoratifs. Gift of Prince Louis de Polignac, with the agreement of Yves Lanvin, in memory of Countess Jean de Polignac, daughter of Jeanne Lanvin, 1965. Photo credit: © MAD, Paris – Jean Tholance]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close