Come sarà l’edicola del futuro? Un concorso di architettura lancia la sfida

20 febbraio 2020

Fabio Novembre Studio, render per il concorso L'Edicola del Futuro. Courtesy Fabio Novembre Studio

Il 2019 è stato l’“anno nero” delle edicole, con migliaia di chioschi e strutture destinate alla vendita dei giornali chiusi in ogni angolo del Paese. Al di là dei sentimenti di nostalgia e indignazione che puntualmente ci assalgono a ogni notizia sulla chiusura dell’ennesima attività commerciale incapace di far fronte ai cambiamenti del mercato dell’informazione, una domanda sorge spontanea: siamo davvero sicuri che non ci sia un modo per tamponare questa “emorragia”? E soprattutto, quali sono le cause di questa perdita di centralità (urbanistica e divulgativa) da parte di luoghi storicamente preposti alla diffusione della cultura e dell’informazione?

A smarcarsi da facili piagnistei, in cerca di una risposta efficace al problema, è oggi l’agenzia di comunicazione Nemo Monti, a capo di un nuovo contest internazionale di architettura dal titolo L’Edicola del Futuro: un concorso, indetto in collaborazione con Il Corriere della Sera, nato con l’obiettivo di ripensare il rapporto tra edicole e spazio urbano all’interno delle città.

UN’EDICOLA 3.0

Al contest, curato da Luca Monilari Studio, hanno aderito in totale sette studi internazionali (Edge Design Studio ‒ Gary Chang; El Equipo Mazzanti; Embt – Benedetta Tagliabue; Fabio Novembre Studio; Gambardella Architetti; Lina Ghotmeh Architecture; Matali Crasset), ognuno dei quali ha offerto la propria visione di edicola del XXI secolo, proponendo nuovi luoghi in grado di sposare – sia nella forma che nell’offerta – le esigenze dei clienti di domani.

I progetti saranno esaminati da una giuria di esperti presieduta dall’architetto Mario Bellini. L’opera vincitrice verrà realizzata a Milano, in piazza XXV Aprile, durante la Design Week 2020 (dal 20 al 26 aprile). Negli stessi giorni anche gli altri progetti verranno illustrati al pubblico, offrendo nuove idee e nuovi stimoli, nella speranza di ravvivare un settore della nostra economia in evidente difficoltà.

[Immagine in apertura: Fabio Novembre Studio, render per il concorso L’Edicola del Futuro. Courtesy Fabio Novembre Studio]