Da Tina Modotti a Franco Fontana: fotografia e desiderio si incontrano a Roma

26 febbraio 2020

Palazzo Merulana, Roma

Cosa accende i nostri sogni, pensieri e azioni? Come fa a coglierlo il nostro sguardo? Sono queste le domande alla base di Roma Fotografia 2020 EROS, la rassegna che punta i riflettori sui sentimenti della passione e del desiderio, espressi attraverso gli scatti dei grandi maestri dell’obiettivo. Dopo la festa di inaugurazione a Palazzo Merulana lo scorso 22 febbraio, la kermesse prosegue con un ricco calendario di mostre, incontri e laboratori diffusi in spazi diversi della Capitale – fino al prossimo 6 aprile.

Ad accogliere una parte consistente dell’intero programma è proprio la prestigiosa sede che ospita la collezione Cerasi, scelta come “cuore” della manifestazione. È qui che – dall’11 al 22 marzo – l’attrice, regista e fotografa Chiara Caselli presenterà uno sguardo sulla sua attività con la mostra Come allo specchio, una raccolta di immagini emblematiche della sua produzione recente. Dal 25 marzo al 4 aprile sarà invece la volta di Stelle Silenti: 48 stampe fotografiche digitalizzate selezionate dall’Archivio Fotografico dell’Istituto Luce-Cinecittà, dedicate alle dive del cinema muto italiano degli anni Venti.

TINA MODOTTI PROTAGONISTA

Ma se il programma degli eventi potrà godere di ospiti e appuntamenti di assoluto valore – tra gli altri, la mostra Eros Capitale allo Stadio di Domiziano (dal 18 marzo al 13 aprile) e l’incontro con Franco Fontana il 28 marzo –, la vera protagonista dell’intera manifestazione sarà soprattutto Tina Modotti, al centro di una corposa retrospettiva che ne ricostruisce la ricerca in tutta la sua profondità.

In corso a Palazzo Merulana fino all’8 marzo, la mostra – dal titolo L’Eros della Rivoluzione – presenta 38 scatti della fotografa e attivista italiana. Selezionate dai curatori Maria Cristina Valeri e Alex Mezzenga, e allestite all’interno di un percorso suddiviso in quattro aree tematiche, le immagini esprimono lo spirito ribelle e passionale dell’artista, facendo luce sul talento e sulla sensibilità di una “cronista” tra le più importanti del secolo scorso.