Un secolo di arte siciliana in mostra a Noto

11 febbraio 2020


Era il 2014 quando Vittorio Sgarbi decise di indagare lo “stato di salute” dell’arte in Sicilia, selezionando un ricco corpus di opere portate in mostra, in maniera itinerante, da Favignana a Palermo a Catania. Quell’esperienza, che accolse ben 60mila visitatori nelle sue tre sedi, è oggi alla base di una nuova esposizione, da pochi giorni inaugurata nella cornice del Convitto delle Arti di Noto, in provincia di Siracusa. Una ricognizione vasta e ragionata sulle evoluzioni dell’arte della Trinacria, dai primi del Novecento al presente.

Curata anche in questa occasione dal critico ferrarese, la mostra – dal titolo Novecento – Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Guccione – è un tributo, e un atto di amore, alla Sicilia, ai siciliani e alla “sicilitudine”, espressa attraverso circa duecento opere considerate rappresentative dell’essenza e della tradizione isolana.

PRIMA E DOPO GUTTUSO

A caratterizzare il percorso espositivo (allestito fino al 30 ottobre) è un ampio ventaglio di dipinti, fotografie e sculture concepiti da maestri storicizzati, da autori meno conosciuti e dai protagonisti dei nostri anni, chiamati a offrire un punto di vista sul presente in relazione alle complessità e al fascino del territorio locale.

Dal ritorno all’ordine degli anni Venti al decennio fra gli anni Trenta e Quaranta, che suggellò la fine del rapporto con l’Avanguardia inaugurando un nuovo filone figurativo giocato tra modernismo e tradizione. Un percorso, quest’ultimo, rappresentato al meglio da Renato Guttuso, artista rappresentativo dello spirito regionale, qui presente con la Vucciriache approda al Convitto dopo la lunga “trasferta” a Montecitorio.

E poi ancora i corpi nudi di Bruno Caruso, i bagnanti di Fausto Pirandello e gli esiti di tutti quegli artisti che, nel corso della loro carriera, hanno saputo mettere al centro la luce e l’estro creativo dell’isola, “esportandone” la bellezza e la tradizione anche oltre i confini dello Stretto.

[Immagine in apertura: Vista dell’allestimento della mostra Novecento ‒ Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Guccione]