In Valle d’Aosta una mostra sulla grande pittura, da Courbet a Picasso

24 febbraio 2020

Alfred Sisley, Sulla riva del fiume a Veneux, 1881, olio su tela, 59 x 79 cm, © Johannesburg Art Gallery

Continua su più fronti l’attività espositiva del Forte di Bard. Dopo l’apertura della rassegna dedicata agli scatti vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2019, il complesso museale valdostano sposta l’attenzione sulla grande pittura internazionale, ospitando – fino al prossimo 2 giugno – la mostra Capolavori della Johannesburg Art Gallery. Dagli Impressionisti a Picasso.

Curata da Simona Bartolena, la mostra raccoglie oltre cento capolavori del XIX e XX secolo, fra tele, acquerelli e grafiche d’autore. Ad accomunare le opere è il luogo di provenienza: ognuno dei lavori esposti è infatti parte degli archivi della Johannesburg Art Gallery, il principale museo d’arte del continente africano, forte di una collezione tra le più ammirate al mondo.

IL PERCORSO ESPOSITIVO

A dimostrare il valore della prestigiosa raccolta è la presenza di alcuni tra i maggiori protagonisti dell’arte tra Ottocento e Novecento come Edgar Degas, Dante Gabriel Rossetti, Vincent van Gogh e Gustave Courbet. E poi ancora Pablo Picasso, Francis Bacon, Roy Liechtenstein e Andy Warhol, inclusi nel percorso espositivo con pezzi di straordinario valore. Il risultato è una “carrellata” di immagini emblematiche, capace di offrire al visitatore una efficace colpo d’occhio sui movimenti artistici più rappresentativi dell’arte moderna.

Ma a occupare uno spazio particolare del percorso espositivo è soprattutto il settore della mostra riservato agli autori più rappresentativi dell’arte africana contemporanea, a partire da William Kentridge, noto per i suoi disegni, sculture e film di animazione a carattere sociale. Nel complesso, un vero e proprio “viaggio” all’interno di oltre due secoli di storia, spaziando dall’Europa agli Stati Uniti fino al Sudafrica.

[Immagine in apertura: Alfred Sisley, Sulla riva del fiume a Veneux, 1881, olio su tela, 59 x 79 cm, © Johannesburg Art Gallery]