A Praga l’architettura è in streaming

24 marzo 2020

CAMP (Center for Architecture and Metroplitan Planning) in Prague. Credit BoysPlayNice

Con l’esplosione dell’emergenza sanitaria, e la conseguente corsa ai ripari da parte di musei, istituzioni e luoghi di cultura, il mondo dell’arte si è trasferito online, offrendo al pubblico eventi di ogni tipo in modalità digitale. Da qualche settimana gli appassionati di pittura possono ammirare i grandi capolavori del passato dal proprio smartphone, girando virtualmente tra i corridoi dei musei, mentre gli amanti di musica possono ascoltare concerti stando comodamente seduti sul divano. Ma come andare in soccorso al pubblico dell’architettura, necessariamente legato alla dimensione fisica dei luoghi d’interesse?

Prova a offrire una risposta alla domanda CAMP – Center for Architecture and Metropolitan Planning di Praga. Da sempre attento ai mutamenti del sociale, e ai loro riflessi sulla sfera urbanistica, il centro ha deciso di continuare regolarmente la sua attività, nonostante le restrizioni causate dal Coronavirus.

CONFERENZE ONLINE

Attraverso la piattaforma Slido – e usando l’hashtag #campujonline – saranno offerti ogni giorno contenuti “English friendly” destinati ad architetti, studenti e a tutti coloro interessati ad approfondire come la drammatica situazione corrente stia agendo sulle sfere della società, della cultura, e nondimeno dell’urbanistica.

Tra i prossimi appuntamenti a cui partecipare (gratuitamente), segnaliamo Architecture, urbanism and health – in cui si discuterà del ruolo svolto dalle strutture sanitarie nella pianificazione territoriale (online oggi, 24 marzo) – e l’incontro con Robin Winogrond, architetta e urban designer dello Studio Vulcan (in programma giovedì 26 marzo).

[Immagine in apertura: CAMP (Center for Architecture and Metroplitan Planning) in Prague. Credit BoysPlayNice]