Arte e beneficenza: le opere di Andrea Mastrovito e Valerio Berruti contro il COVID-19

27 marzo 2020

Uno dei disegni di Andrea Mastrovito

Un’opera in cambio di una donazione per fronteggiare la diffusione del COVID-19. È questo il “baratto” proposto da Andrea Mastrovito, artista italiano tra i più apprezzati sulla scena internazionale, che ha deciso di scendere in prima linea a sostegno della sua città natale, Bergamo, una delle più colpite dall’epidemia.

Da anni residente a New York, e nondimeno legatissimo al suo territorio di origine, Mastrovito regalerà uno dei suoi disegni (nell’immagine in apertura un esempio) a chiunque farà una donazione compresa tra i duecento e i mille euro (o più). Il ricavato della raccolta fondi – già avviata sulla piattaforma GoFundMe – verrà interamente destinato al Centro Don Orione del capoluogo lombardo, e sarà utilizzato per l’acquisto di mascherine, guanti e altro materiale sanitario utile alla struttura in questa situazione di emergenza. Tra i disegni messi a disposizione dall’artista, una serie di opere tratte dal suo film NYsferatu ‒ Symphony of a Century, e da I am not legend – progetto vincitore dell’Italian Council 2019.

DA MASTROVITO A BERRUTI

È mossa da simili intenzioni anche la campagna lanciata da Valerio Berruti, organizzata in soccorso al Covid Hospital di Verduno, la nuova struttura in provincia di Cuneo nata per far fronte all’emergenza Coronavirus.

Nato nel 1977 ad Alba e fortemente connesso al territorio piemontese, l’artista – riconosciuto per i suoi soggetti fanciulleschi – metterà a disposizione una serie di disegni su cartoncino dal titolo L’abbraccio più forte. Le singole opere, realizzate appositamente per l’occasione, verrano regalate in cambio di una donazione di importo pari o superiore a trecento euro, da destinare alla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus. In un secondo momento, inoltre, i disegni saranno utilizzati per la creazione di un video, oltre che di uno speciale libro che conterrà tutte le illustrazioni e i nomi di ogni donatore.