La casa di 27 metri quadrati che cambia forma in base alle esigenze degli abitanti

18 marzo 2020

Casa Ojalá, New Mexico, photo Alessandro Parena, copyright Casa Ojalá srl

Presentata lo scorso anno in occasione della Milano Design Week, e vincitrice di importanti riconoscimenti su scala internazionale, Casa Ojalá si prepara finalmente al debutto sul mercato. Ideato dall’architetta italiana Beatrice Bonzanigo, il progetto consiste in un’abitazione di ultima generazione, capace di cambiare la sua configurazione interna, adattandosi di volta in volta alle esigenze degli abitanti.

UNA STRUTTURA MOBILE

Composta di due camere da letto, un bagno, una terrazza e un soggiorno – per un totale di 27 metri quadrati –, la casa è caratterizzata da un ingegnoso sistema meccanico manuale che permette agli spazi di trasformarsi continuamente uno nell’altro, consentendo fino a mille soluzioni interne. Una struttura estremamente flessibile, dunque, capace di riflettere necessità e desideri degli individui.

Ma c’è di più. L’abitazione presenta un impianto di raccolta dell’acqua piovana; pannelli e sistemi fotovoltaici, inoltre, possono essere installati esternamente, rendendo la dimora completamente autosufficiente e in grado di assicurare le funzionalità di base anche nei territori più ostili. Il prototipo del progetto è attualmente in costruzione, mentre il pre-ordine è già disponibile sul sito della start-up Casa Ojalá srl.

[Immagine in apertura: Casa Ojalá, New Mexico, photo Alessandro Parena, copyright Casa Ojalá srl]