Cultura e solidarietà: a Bergamo nasce Radio GAMeC

22 marzo 2020

Dan Perjovschi, VITA

Nelle giornate difficili e cariche di incertezza che stiamo vivendo, l’aiuto offerto dal mondo della cultura è determinante per guardare al presente con lucidità e pensare al futuro con il giusto mix di consapevolezza e speranza. L’idea messa in campo dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo ‒ città duramente colpita dall’emergenza sanitaria ‒ sposa questi obiettivi, regalando al pubblico una mezz’ora quotidiana di informazione e approfondimenti culturali.

Oggi, domenica 22 marzo, il museo bergamasco ha inaugurato Radio GAMeC: ogni giorno, alle 11:30, Leonardo Merlini condurrà una diretta di mezz’ora sul canale Instagram della Galleria, dando voce a scrittori, filosofi, sportivi, designer, pronti a condividere il proprio punto di vista sull’attualità, dal contesto cittadino a quello globale. I protagonisti dell’episodio zero sono stati Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, e Lorenzo Giusti, direttore della GAMeC, che, lanciando la piattaforma, ha sottolineato quanto “il ruolo di un museo a Bergamo, in questa fase, non sia solo quello imprescindibile di stringersi attorno alla sua comunità: è anche quello di aiutarla ad alzare lo sguardo e a lavorare fin da subito alla sua rinascita“.

I PROTAGONISTI E LA RACCOLTA FONDI

Gli ospiti della settimana saranno il danzatore e coreografo Alessandro Sciarroni, Michela Moioli, medaglia d’oro olimpica di Snowboard cross, il filosofo e saggista Leonardo Caffo,
Francesco Micheli, direttore del Teatro Donizetti di Bergamo, il musicista Paolo Fresu, la scrittrice Michela Murgia e il duo di designer Formafantasma. Inoltre Radio GAMeC, con il suo palinsesto, sostiene la campagna di raccolta fondi a favore dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII, lanciata sul profilo Instagram della Galleria la scorsa settimana. Alla campagna ha aderito anche l’artista rumeno Dan Perjovschi, che ha sintetizzato in una serie di disegni il suo amore per Bergamo e la vicinanza a medici e operatori sanitari in prima linea per fronteggiare l’emergenza.

[Immagine in apertura: Dan Perjovschi, VITA]