Arte e cibo per affrontare l’emergenza Covid-19 a Detroit

24 marzo 2020

WE ALL RISE, a unique sketchbook produced by Library Street Collective for DPSCD students. Photo Zach Elwart

L’emergenza sanitaria che stiamo attraversando sta rischiando di compromettere non poco gli stili di vita di quelle famiglie che, già in ristrettezze economiche prima del virus, si trovano oggi a dover sopravvivere senza lavoro, senza aiuti esterni e soprattutto senza sicurezze su quando la situazione si sbloccherà. Una condizione difficile, che si presenta ancora più delicata per realtà come Detroit, la città americana riconosciuta tra le più povere degli Stati Uniti.

È proprio qui che l’arte ha deciso di manifestare la propria presenza con We All Rise, la lodevole iniziativa a carattere umanitario organizzata in questi giorni da Library Street Collective, luogo di riferimento culturale dalla metropoli americana.

IL PROGETTO

Con il supporto di altre organizzazione non profit locali, la galleria d’arte ha deciso di scendere in campo, offrendo un pasto caldo a tutti quegli studenti figli di famiglie a basso reddito che, vista la chiusura delle scuole, non avranno accesso alla mensa scolastica – unica fonte di sostegno alimentare per molti ragazzi.

La distribuzione porta a porta del cibo avverrà ogni giorno, per le prossime due settimane. Insieme agli alimenti sarà inoltre regalato agli studenti un album da disegno, realizzato grazie al contributo di artisti di fama mondiale come Nick Cave, Kaws e Shepard Fairey. Ognuno degli autori coinvolti ha deciso di contribuire con una tavola in bianco e nero da far colorare ai ragazzi, regalando loro una occasione di svago e creatività in un momento così complesso.

[Immagine in apertura: WE ALL RISE, a unique sketchbook produced by Library Street Collective for DPSCD students. Photo Zach Elwart]