Le “curiosità” della natura in un libro illustrato

2 marzo 2020

seba_Cabinet_of_Natural_Curiosities_Taschen

Probabilmente molti di noi in questi giorni preferiscono passare il proprio tempo in casa, ove possibile. Per alleviare i pomeriggi nella propria abitazione, i libri restano certamente uno dei rimedi migliori, ancor più se si tratta di volumi illustrati nei quali perdersi con la fantasia.

Esce in questi giorni per Taschen una nuova edizione di Cabinet of Natural Curiosities (nell’immagine in apertura, courtesy Taschen), uno dei volumi di storia naturale più amati e premiati di sempre.

UNA MAGNIFICA COLLEZIONE ILLUSTRATA

Curato da Irmgard Müsch, Jes Rust e Rainer Willmann (e disponibile per ora solo in lingua inglese, tedesca e francese), il libro riunisce centinaia di fantastici disegni commissionati nel 1731 da Albertus Seba, stimato zoologo e collezionista di esemplari naturali.

Il suo archivio di animali, insetti e piante di ogni tipo – già ben noto nel XVIII secolo – viene qui riproposto in chiave illustrata, attraverso la raccolta di stampe dell’epoca, splendide per varietà e finezza: piante esotiche, serpenti, farfalle e conchiglie riempiono le quasi seicento pagine del volume. Un “mattone” preziosissimo, arricchito peraltro da un’accurata introduzione storica sulla tradizione dei “gabinetti delle curiosità” (o “camera delle meraviglie”) in cui si inserisce la collezione di Seba.