Le mascherine d’artista contro il Coronavirus

21 marzo 2020

© Alessia Babrow

Se c’è un oggetto che un giorno ricorderemo come il simbolo di queste tristi giornate è la mascherina, diventata l’emblema della crisi sanitaria che stiamo attraversando. È per questo che il collettivo di artisti e curatori romani TeamLife ha deciso di puntare i riflettori su di essa, trasformandola da strumento di protezione a opera d’arte, grazie a una nuova operazione a carattere umanitario.

Stiamo parlando di #lifeviralart, la mostra interattiva online che invita artisti e creativi (ma non solo) a condividere le loro mascherine d’autore sul web, utilizzando l’hashtag di riferimento o inviando l’immagine direttamente all’indirizzo mail dell’associazione (life.viralart@gmail.com). Le mascherine – meglio ancora se create autonomamente attraverso materiali di uso comune – potranno essere colorate e personalizzate con messaggi di ogni tipo. Quelle di maggior impatto, inoltre, verranno selezionate per una esposizione in uno spazio fisico, quando l’emergenza sarà conclusa.

ARTE E SOLIDARIETÀ

Ma al di là dell’aspetto fantasioso, l’obiettivo principale del progetto è rispondere in maniera concreta alla crisi che stiamo attraversando. Ogni partecipante sarà infatti invitato a un contributo economico, da versare a favore del nuovo centro di terapia intensiva Columbus Covid2 Hospital – Policlinico Gemelli di Roma, oppure di un’altra struttura ospedaliera sul territorio nazionale impegnata nella lotta contro il virus. Un modo intelligente per unire l’utile al dilettevole, insomma, trasformando la creatività in strumento di beneficenza.

[Immagine in apertura: © Alessia Babrow]