“Stairway to Heaven” dei Led Zeppelin non è un plagio

11 marzo 2020

LED ZEPPELIN - Jimmy Paige about 1975

È non solo la canzone più famosa dei Led Zeppelin, ma di tutta la storia del rock. Stiamo parlando di Stairway to Heaven, un brano del 1971 che da diversi anni è al centro di una diatriba giudiziaria, è giunta al capolinea.

È di questi giorni, infatti, la notizia che l’accusa di plagio, mossa dagli eredi di Randy California, ex chitarrista degli Spirit, alla celebre band, non abbia ragione di esistere. Lo ha stabilito la Corte d’appello di San Francisco che ha ripristinato la sentenza secondo cui i rocker britannici non abbiano rubato parte della loro canzone da un’altra band.

LA SENTENZA

L’accusa era, infatti, già caduta nel 2016, ma poi, a causa di alcuni vizi di forma riscontrati due anni dopo, la questione era stata riaperta. Ora la Corte ha sostanzialmente confermato il primo giudizio, dovuto a mancanza di prove di presunta violazione di copyright. L’arpeggio iniziale, con cui il chitarrista Jimmy Page (nell’immagine in apertura nel 1975 circa) dà il via alla ballata più famosa del rock, non sarebbe quindi copiato dal brano Taurus degli Spirit.