Le domus del Parco Archeologico di Ercolano aprono al pubblico della rete

19 aprile 2020

Per gentile concessione del Parco Archeologico di Ercolano

Nell’attesa che musei e luoghi di cultura possano nuovamente riaprire al pubblico, consentendoci di tornare ad ammirare le ricchezze artistiche del nostro Paese, il Parco Archeologico di Ercolano corre ai ripari, aggiungendo un nuovo importante “tassello” al suo già ammirevole percorso di digitalizzazione. Stiamo parlando di Herculaneum 3D SCAN: il nuovo progetto online che permette di visitare (da remoto) alcune delle perle archeologiche dell’antica città campana.

VISITE VIRTUALI

Pensata in collaborazione con l’Herculaneum Conservation Project, e sostenuta dal Packard Humanities Institute, l’iniziativa consente di avere accesso ogni settimana a nuovi contenuti interattivi di alto valore tecnico-scientifico. Attraverso la pagine web del Parco, l’utente avrà infatti la possibilità di visitare virtualmente le storiche domus della città, ammirandone i dettagli costruttivi e ornamentali, e interagendo con gli ambienti grazie all’impiego dell’alta tecnologia.

Non si tratta tuttavia di ricostruzioni virtuali, ma di vere e proprie scansioni tridimensionali: “nuvole” di punti 3D che consentono di raccogliere informazioni specifiche delle singole dimore (fino a misurarne distanze, superfici e volumi interni). Una banca dati di grande valore, dunque, interamente messa a disposizione di esperti e appassionati di archeologia.

[Immagine in apertura: Per gentile concessione del Parco Archeologico di Ercolano]