La cultura riparte: il 18 maggio riaprono i musei

27 aprile 2020

VENEZIA

Dopo i pronostici e le speculazioni delle ultime settimane, ora è ufficiale: i musei e le biblioteche d’Italia riapriranno le loro porte il 18 maggio. Ad annunciarlo ieri è stato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che, nell’ormai consueto “incontro” in diretta con i cittadini, ha confermato le linee del nuovo decreto e di quella che sarà la cosiddetta “Fase 2”.

LE CONDIZIONI

La definizione di una data sul calendario comporta ora l’inevitabile necessità di stabilire i requisiti da rispettare, affinché i luoghi di cultura possano tornare a operare con serenità e senza il rischio di compromettere la salute dei visitatori. Non sembra infatti al momento confermato alcun vademecum ufficiale.

Così come in alcuni altri Paesi stranieri dove la graduale riapertura dei musei è già cominciata, sarà fondamentale rispettare regole che andranno dal distanziamento sociale con obbligo di mascherina alla sanificazione degli ambienti, dalla presenza di igienizzante al divieto di assembramenti. Norme di buon senso, insomma, a cui si aggiungeranno probabilmente nei prossimi giorni regole più specifiche sulla gestione dei flussi e sulla quantità degli eventi consentiti in base alle esigenze delle singole istituzioni.

NEL RESTO D’EUROPA

Nel frattempo il resto dell’Europa comincia a mostrare, seppur timidamente, segnali di ritorno alla normalità. In Germania e in Austria, dove l’impatto della pandemia ha avuto effetti certamente meno drastici che sul nostro territorio, musei e gallerie hanno cautamente ripreso le loro attività: nel Paese alemanno l’approccio utilizzato è stato quello di una riapertura regionalizzata (spazi espositivi nel Brandeburgo hanno riaperto la scorsa settimana, mentre a Berlino e in Sassonia dovranno aspettare fino al 4 maggio). Meno frettolosa è stata invece la scelta della Svizzera, dove il “divieto di assembramento” dovrebbe decadere l’8 giugno, facendo finalmente scattare la luce verde anche per musei e biblioteche della nazione.