L’imponente “affresco” sull’erba dello street artist Saype

30 aprile 2020

Saype, Beyond Crisis, photo credit Valentin Flauraud for Saype

Sin dall’inizio del lockdown gli street artist hanno risposto alla crisi con grande senso di responsabilità. Piuttosto che scendere in strada violando le restrizioni relative alla pandemia, moltissimi di loro hanno cercato soluzioni alternative, spesso facendo leva sulle potenzialità offerte dalla sfera digitale. È stato così per il duo italiano Lediesis, per lo spagnolo Pejac – autore di una campagna social che invitava il pubblico a disegnare sulle finestre delle proprie abitazioni – o per il re dell’arte urbana Banksy, tornato a far parlare di sé per la sua nuova opera in “smart working”.

Alla lunghissima lista di iniziative si aggiunge oggi l’opera forse più potente, di certo una delle più emblematiche per descrivere i sentimenti di speranza per quello che sarà il futuro del mondo. Si tratta di Beyond Crisis (nell’immagine in apertura, photo credit Valentin Flauraud for Saype), l’ultimo intervento di Land Art dell’artista francese Saype (al secolo Guillaume Legros), pioniere degli affreschi su erba.

OLTRE LA CRISI

Realizzata nella località di Leysin, sulle Alpi svizzere, l’opera rappresenta una gigantesca bambina che disegna sul terreno un girotondo, fatto di tante persone stilizzate che si tengono per mano. Lo sguardo della protagonista è alto e rivolto all’orizzonte, quasi a creare un dialogo intimo e silenzioso con la natura e le montagne che si stagliano sullo sfondo.

Ospitato su una superficie di tremila metri quadrati, il dipinto è stato creato con vernici biodegradabili al cento per cento a base di pigmenti naturali (una formula “ecocompatibile” già adottata da Saype in moltissimi altri interventi in tutto il mondo).
Il messaggio, in questo caso, è quello di speranza e di positività: un augurio affinché ognuno di noi possa riscoprire in queste settimane difficili il senso più profondo della propria esistenza, ma anche e soprattutto il valore della comunità e della collaborazione tra gli uomini. Il futuro ci attende all’orizzonte, non facciamoci trovare impreparati…