Addio a Ezio Bosso, indimenticabile pianista e direttore d’orchestra

15 maggio 2020

TURIN, ITALY - DECEMBER 02: Italian musician and composer Ezio Bosso performs live on stage during Piano Lessons: Ezio Bosso At Ogr in Turin on December 2, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images for OGR)

Il suo talento ha lasciato un segno profondo nella storia della musica recente, complice l’energia irrefrenabile che accompagnava le sue esibizioni, tanto come pianista quanto come direttore d’orchestra sui più grandi palcoscenici del mondo. Stiamo parlando di Ezio Bosso, la cui morte, all’età di 48 anni, ha lasciato senza parole fan e addetti ai lavori.

Affetto da una malattia degenerativa diagnosticatagli nel 2011, in seguito all’intervento chirurgico per un tumore al cervello, Bosso non abbandonò mai il mondo della musica, trovando in esso nuova linfa e una costante fonte di ispirazione. Un mondo che lo accolse fin da giovane, quando, a 16 anni, debuttò in Francia come solista, completando poi gli studi di composizione e direzione d’orchestra a Vienna.

LA STORIA DI EZIO BOSSO

Sono molteplici e prestigiose le istituzioni con cui l’artista torinese collaborò nell’arco degli anni, prima della pausa forzata successiva alla diagnosi della malattia ‒ si va dalla Sydney Opera House al Palacio de Bellas Artes di Città del Messico, dal Teatro Regio di Torino al Teatro Carlo Felice di Genova fino al LAC Lugano ‒ e altrettanto numerose sono le orchestre dirette da Bosso ‒ basti pensare alla London Symphony Orchestra, all’Orchestra dell’Accademia della Scala di Milano, alla Wien Residenz Orchester e alla Bonn Kammer Orchester.

Tornato a impugnare la bacchetta nel 2015, Bosso collezionò una nuova serie di successi alla guida, fra le altre, dell’Orchestra Filarmonica del Teatro La Fenice di Venezia, dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dell’Orchestra da Camera Lituana. Negli ultimi anni fu nominato Direttore Stabile Residente del Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste e fondò la StradivariFestival Chamber Orchestra, a riprova dell’inesauribile amore per la musica che lo animava, anche nei momenti di più acuta difficoltà.

Sky Arte renderà omaggio a Ezio Bosso mandando in onda oggi, 15 maggio, alle 21:15, Ezio Bosso, The 12th Room. Il Concerto. Il pubblico avrà dunque la possibilità di ascoltare tutti i brani dell’omonimo album, presentati da Bosso uno per uno attraverso aneddoti, ricordi, eventi storici, a cavallo tra ironia e poesia.