Scene da un patrimonio: la cultura italiana “immortalata” in un nuovo archivio digitale

26 maggio 2020

Roma, passeggiata a Piazza San Pietro. Roma, 1933. Elena Musumeci (#scenedaunpatrimonio #unapiazzaa...)

Solo qualche giorno fa vi avevamo parlato di Memoryscapes, la prima piattaforma digitale dedicata al cinema privato: una immensa raccolta di filmati girati per lo più in maniera amatoriale tra gli anni Venti e gli anni Ottanta del Novecento, creata con l’obiettivo di trasmettere e raccontare storie e immagini di un mondo ormai lontano.

Si muove non troppo distante da queste intenzioni #scenedaunpatrimonio, il nuovo archivio fotografico partecipato ideato dall’ICCD – Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione di Roma. Pensato come un enorme contenitore di fotografie messe a libera fruizione del pubblico della rete, e realizzato grazie alla partecipazione di ogni individuo, il progetto si presenta come un grande sguardo sull’Italia del passato.

MEMORIA PRIVATA E UNIVERSALE

All’interno delle varie sezioni del sito, infatti, emergono scatti intimi e personali, testimonianze della nostra storia allo stesso tempo individuale e collettiva. Famiglie riunite durante una cerimonia, processioni liturgiche nei paesini dello Stivale, gite fuori porta e scorci di vicoli di una qualsiasi città del Bel Paese. Disposte in sequenza, ognuna all’interno delle singole categorie, le immagini raccontano le evoluzioni del patrimonio culturale italiano, spingendoci a interrogarci su di esso, su quello che è stato e quello che sarà il cammino della nostra identità nazionale.

Credo all’idea del patrimonio culturale come un flusso continuo da fotografare nel suo scorrere, un bene vitale, una marea sempre in movimento che desideriamo rendere accessibile a tutti” dice Carlo Birrozzi, direttore dell’Istituto. “I ricordi e le fotografie della gente comune in ‘#scenedaunpatrimonio’ consolidano e completano in modo semplice e partecipativo la visione collettiva sul patrimonio culturale italiano”.

Facendo un “salto” sulla pagina web dell’iniziativa è già possibile ammirare una ricca selezione di scatti nelle sezioni “souvenir”, “una piazza a…”, “devozione” e “il Paese nel pallone”. A queste e ad altre raccolte se ne aggiungeranno di nuove nel corso dei mesi, anche e soprattutto grazie alla partecipazione dei singoli individui. Per contribuire al progetto, e mettere a disposizione le proprie fotografie, è sufficiente iscriversi al portale e caricare le immagini seguendo le istruzioni del sito.

[Immagine in apertura: Roma, passeggiata a Piazza San Pietro. Roma, 1933. Elena Musumeci (#scenedaunpatrimonio #unapiazzaa…)]