Annunciati i sei finalisti del Premio Strega 2020

10 giugno 2020

Emiliano Porzi per il Premio Strega 2020 - Courtesy Premio Strega, dettaglio

E alla fine anche quest’anno la cinquina – in realtà “sestina” – dei romanzi finalisti del Premio Strega è arrivata, confermando non di poco i pronostici che si erano susseguiti nelle ultime settimane, a partire dall’annuncio dei semifinalisti lo scorso 12 marzo.

A contendersi lo “scettro” della 74esima edizione del premio – il più importante in ambito letterario in Italia – saranno Sandro Veronesi con Il colibrì (La Nave di Teseo) che ha ottenuto 210 voti; Gianrico Carofiglio con La misura del tempo (Einaudi Stile Libero) con 199 voti; Valeria Parrella con Almarina (Einaudi), con 199 voti; Gian Arturo Ferrari con Ragazzo italiano (Feltrinelli) con 181 voti; Daniele Mencarelli con Tutto chiede salvezza (Mondadori), con 168 voti. Mercarelli ha vinto anche la settima edizione del Premio Strega Giovani; Veronesi è risultato vincitore al Premio Strega 2006 con Caos Calmo.

IL SESTO CANDIDATO E LA GIURIA

A questi si aggiunge infine il romanzo autobiografico Febbre, dello scrittore e giornalista Jonathan Bazzi, edito da Fandango. Il libro è rientrato fra i finalisti sulla base dell’art. 7 del regolamento di votazione, che prevede l’inserimento di un autore pubblicato da un piccolo e medio editore, nel caso in cui i primi cinque finalisti siano stati pubblicati da editori di grandi dimensioni.

A esprimere il loro voto, e a comportare la scelta dei candidati, è stata una giuria composta dai 400 Amici della domenica (ovvero i giurati a vita) oltre che da studiosi, traduttori, intellettuali italiani e stranieri, rappresentanti di librerie e Istituti italiani di cultura, per un totale di 592, tra persone singole e voti collettivi, su 660 aventi diritto. La premiazione è fissata al 2 luglio, nella cornice del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, a Roma.

[Immagine in apertura: Emiliano Porzi per il Premio Strega 2020 – Courtesy Premio Strega, dettaglio]