Giornate Europee dell’Archeologia: gli appuntamenti da non perdere in Italia

19 giugno 2020

Uffizi, courtesy Gallerie degli Uffizi

È passato un mese dalla riapertura dei musei e dei luoghi di cultura. A partire dallo scorso 18 maggio, infatti, tantissimi spazi dal nord al sud del Paese hanno acceso nuovamente i riflettori sulle loro collezioni, lasciandosi alle spalle i drammatici mesi di lockdown. Così è avvenuto anche per moltissimi giardini storici e parchi archeologici della nostra penisola, da oggi sotto i riflettori grazie alle Giornate Europee dell’Archeologia, l’iniziativa coordinata dall’Istituto Nazionale Francese di Ricerca Archeologica preventiva che – dal 19 al 21 giugno – si propone di celebrare le bellezze storiche sparse sul territorio del “vecchio continente”.

Moltissimi gli eventi in programma anche in Italia, con una massiccia presenza di appuntamenti online a causa dell’emergenza sanitaria. Visite guidate ed eventi dal vivo – ove possibile – si alterneranno a reportage, tour virtuali e attività digitali, mettendo a segno un fine settimana tutto in omaggio all’arte e all’architettura del passato. Invitandovi a visitare il sito dedicato all’evento, ecco la nostra selezione degli eventi principali da tenere d’occhio.

GALLERIE DEGLI UFFIZI

Puntano tutto sul digitale le Gallerie degli Uffizi di Firenze, con un’iniziativa dal taglio fortemente didattico e celebrativo. Al centro dell’evento – dal titolo Latine loquimur – vi sono il busto dell’imperatore Traiano (che accoglie i visitatori nel primo corridoio del museo), il gruppo scultoreo del Laocoonte di Baccio Bandinelli e La Calunnia di Sandro Botticelli. Ognuna delle tre opere sarà illustrata con tre rispettivi video presentati, uno al giorno, sul profilo Facebook dell’istituzione. Anticipati da un’apposita introduzione del direttore Eike Schmidt, i filmati – narrati da Alessandro Muscillo, Carolina Forasassi e Novella Lapini – saranno tutti e tre in latino (con sottotitoli in italiano). Un modo per celebrare e far conoscere la storia e il prestigio di questi capolavori e, allo stesso tempo, omaggiare la lingua simbolo delle glorie della civiltà romana.

MUSEO ARCHEOLOGICO E DELLA CITTÀ DI SESTRI LEVANTE

Sempre digitale, ma di diversa natura, sarà invece l’iniziativa dedicata ai bambini dai 9 ai 12 anni dal Museo Archeologico e della Città di Sestri Levante. Si tratta della D-UDA (Unità Didattica di Apprendimento Digitale), un’escape room virtuale per conoscere l’archeologia attraverso attività ludiche coinvolgenti. Fruibile gratuitamente domenica 21 giugno alle ore 17 sulla piattaforma web e sulle pagine social del comune genovese, il progetto consiste in una caccia al tesoro online, ricca di enigmi da decifrare e oggetti da scovare. L’idea è semplice quanto efficace: offrire ai piccoli partecipanti una serie di strumenti e stimoli per muoversi (virtualmente) all’interno dell’Area Archeologica dei Giardini Luzzati di Genova.

VISITE GUIDATE IN ABRUZZO

Sceglie invece la soluzione “dal vivo” la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo che, in occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia, propone una serie di visite guidate e passeggiate nei più importanti siti della regione. A interessare i tour saranno cantieri e laboratori di restauro, oltre che terme e parchi tra i più visitati dell’Italia centrale: dal Santuario di Ercole Curino a Sulmona al Parco archeologico di Ocriticum di Cansano; da quello del Quadrilatero a San Salvo alla città romana di Alba Fucens, alle pendici del monte Velino. Un’occasione unica, come affermato dalla Soprintendente Rosaria Mencarelli, “per sensibilizzare e avvicinare l’opinione pubblica europea all’archeologia e sulle sue implicazioni”.

PARCO ARCHEOLOGICO CULTURALE DI TUSCOLO

Un’opzione, quella della visita guidata ragionata e aperta a un pubblico di tutte le età, scelta anche dal Parco Archeologico Culturale di Tuscolo, cuore storico e culturale dei Castelli Romani. Situato a pochi chilometri da Roma, il sito conserva i resti dell’antica città latina di Tusculum, fondata – secondo la leggenda – da Telegono, figlio di Ulisse e della Maga Circe. Le tracce archeologiche di diverse epoche storiche testimoniano le vicende dell’importante città latina, dalla sua origine preromana fino alla distruzione nel 1191. Il percorso di visita punta a mettere in contatto i visitatori con la storia e i reperti antichi, senza tuttavia trascurare lo splendido scenario naturalistico: un luogo unico e imperdibile per chi si trova nei pressi della Capitale.

VISITE GUIDATE AD AQUILEIA

Audioracconti, video e visite teatralizzate animeranno invece Aquileia, sabato 20 giugno. L’occasione è duplice: oltre alle celebrazioni connesse alle Giornate dell’Archeologia, la città friulana – tra le mete archeologiche più importanti dell’Italia settentrionale – inaugura Mappa Parlante di Aquileia, il progetto che mette al centro la divulgazione del patrimonio culturale in chiave accessibile a tutti, bambini e adulti. Tanti gli appuntamenti in programma: dai racconti d’autore interpretati dall’attrice Lella Costa alle visite guidate, che accompagneranno i visitatori alla scoperta della Basilica, della Domus e Palazzo Episcopale, del Museo Archeologico Nazionale e delle pregevoli aree archeologiche locali.

[Immagine in apertura: Uffizi, courtesy Gallerie degli Uffizi]