Conto alla rovescia per il Filming Italy Sardegna Festival

19 luglio 2020

LIFE_AS_A_B-MOVIE_-_Piero

Mancano ormai pochi giorni all’avvio della terza edizione del Filming Italy Sardegna Festival, la rassegna che, dal 22 al 26 luglio, unirà produzioni cinematografiche e televisive sullo sfondo del Forte Village di Cagliari. Diretta da Tiziana Rocca, la kermesse è la prima manifestazione mondiale dedicata alla settima arte all’indomani dell’emergenza sanitaria che ha inferto un durissimo colpo al settore.

Nel rispetto delle misure di sicurezza imposte dalla pandemia, il festival ‒ che quest’anno metterà a disposizione degli utenti anche un’area virtuale ‒ offrirà al pubblico una panoramica sui contenuti destinati al grande e piccolo schermo che accompagneranno il resto della stagione estiva e quella autunnale. Numerosi gli ospiti, italiani e internazionali, da Isabelle Huppert, a cui sarà consegnato il Filming Italy Woman Power Award, a Matt Dillon, presidente onorario del festival, fino a Claudia Gerini, presidentessa della giuria della sezione cortometraggi.

IL DOCU-FILM SU PIERO VIVARELLI

Tante anche le pellicole e le serie televisive presentate durante i giorni del festival, che si concluderà con Blackbird, il film diretto da Roger Michell e interpretato da Susan Sarandon e Kate Winslet, mentre Gli anni più belli, l’ultima fatica di Gabriele Muccino, sarà proiettato nel corso della serata in onore del regista. Non mancherà la sezione incentrata sui docu-film, tra i quali spicca Life as a B-Movie: Piero Vivarelli (nell’immagine in apertura). La pellicola, diretta da Fabrizio Laurenti e Niccolò Vivarelli, ripercorre la psichedelica carriera di Piero Vivarelli, regista, attore e paroliere scomparso a Roma nel 2010. Dopo essersi aggiudicato il Nastro d’Argento nella categoria Cinema, il docu-film andrà in onda su Sky Arte il prossimo 7 settembre alle 21:15, a dieci anni dalla morte del suo protagonista.