Il Baluardo dell’Amore è il nuovo parco archeologico di Ferrara

1 agosto 2020

Baluardo dell'Amore Ferrara

Un tuffo nel passato di Ferrara, ripercorrendo le orme dei predecessori estensi del XV e XVI secolo? Da questo fine settimana è possibile vivere questa nuova esperienza, e addentrarsi tra le pieghe di un’altra pagina di storia dell’affascinante città d’arte, visitando il nuovo Parco Archeologico del Baluardo dell’Amore. Inaugurato lo scorso 30 luglio, è stato aperto al pubblico dopo un articolato intervento di recupero e di riqualificazione paesaggistica ed architettonica. Il Parco è accessibile da via Baluardi e propone un itinerario di visita che ricalca fedelmente i percorsi originariamente tracciati dagli Estensi.

Negli ultimi anni il tratto meridionale delle mura cittadine, che costituiva la cortina militare più attrezzata per la difesa militare dell’insediamento urbano, è stato al centro di un progetto finalizzato a rendere fruibile un’ulteriore porzione dell’antica Ferrara. Dopo circa quattrocento anni, tornano ora visibili e percorribili “le strutture originarie, tombate per disposizioni papali attorno al 1630“, si può salire sulle antiche cannoniere, si possono ritrovare i coni ottici impiegati dalle guardi estensi, facendo così luce sulle strategie difensive adottate un tempo in città.

LA STORIA DEL BALUARDO DELL’AMORE

In epoche più recenti, dismessi gli scopi difensivi, il Baluardo dell’Amore ha “accolto” un’altra funzione. Su tale struttura, dal 1936 si ergeva infatti un edificio scolastico, la Scuola Bianca Merletti, con annesso un piccolo fabbricato, impiegato come deposito. Intrapresi nel 2007, i lavori di demolizione di questi manufatti hanno rivelato alcune “sorprese”: sono infatti emersi ritrovamenti architettonici storici, a loro volta oggetto della campagna di scavi archeologici eseguita fra il 2013 e 2014.

Sono tornati alla luce i resti dell’antica Porta d’Amore del 1451, di un piccolo bastione in muratura, rimasto incompiuto, e di ulteriori costruzioni anch’esse parti integrati del sistema di fortificazione previsto in questa zona della città. Una compresenza di testimonianze del passato urbano di Ferrara che oggi costituiscono i punti salienti del percorso di visita all’interno del nuovo Parco, il cui circuito include anche passerelle in quota e ricostruzioni delle volumetrie originarie dei manufatti antichi realizzate con una struttura metallica.

[Immagine in apertura: Baluardo dell’Amore, Ferrara. Foto MOD architetti Ferrara (Beni Monumentali, Cronacacomune.it – Comune di Ferrara)]