Il progetto di teamLab che trasforma la sauna in un luogo per l’arte

20 Gennaio 2021


Arte per stare e sentirsi bene, mentalmente e fisicamente. Solo da marzo ad agosto 2021, a Tokyo sarà possibile accedere a una mostra senza precedenti che promette di riconnettere i visitatori con il mondo e con il tempo, attraverso una peculiare combinazione di stimoli sensoriali. Artefice di questo progetto, unico nel suo genere, è il collettivo artistico internazionale teamLab, che negli ultimi vent’anni ‒ la fondazione del gruppo interdisciplinare che riunisce vari specialisti come artisti, programmatori, ingegneri, animatori CG, matematici e architetti risale infatti al 2001 ‒ ha rivoluzionato le modalità di fruizione dell’arte, esplorando nuovi confini percettivi e sensoriali.

Denominata teamLab Reconnect: Art with Rinkan Sauna Roppongi e resa nota in questi giorni, la nuova mostra combinerà la longeva tradizione della sauna giapponese e della cura del corpo con coinvolgenti modalità di visione delle opere d’arte originali teamLab; saranno inclusi anche lavori inediti basati sul nuovo progetto artistico Supernature Phenomenon. Quest’ultimo si concentra su quei fenomeni che sfidano le leggi della natura e sui conseguenti cambiamenti che essi producono, a livello percettivo, negli esseri umani. Tentando, ad esempio, di “mettere alla prova” la gravitazione universale, si offre ai visitatori un’esperienza cognitiva inedita rispetto a quella vissuta quotidianamente; così facendo, si agisce sulla percezione consolidata di un dato fenomeno.

TRA SAUNA, BAGNI E CONTEMPLAZIONE ARTISTICA

La mostra teamLab Reconnect: Art with Rinkan Sauna Roppongi sarà ospitata in una sede attualmente in costruzione nel quartiere di Roppingi, destinata a restare aperta per il momento per un semestre. Nel recente passato i progetti teamLab: A Forest Where Gods Live e teamLab Ruins and Heritage: Rinkan Spa & Tea Ceremony hanno rappresentato dei precedenti per comprendere le potenzialità del “dialogo” tra l’arte e la dimensione propria della sauna. Tuttavia, mai prima d’ora teamLab aveva tentato un esperimento come quello annunciato.

Il percorso di visita prevede una successione di sale: un’area con sauna tradizionale, una sezione con vasche di acqua a diversa temperatura e, infine, una zona dedicata all’immersione artistica. Qui i visitatori potranno riposarsi, rilassarsi, meditare immersi visivamente nelle opere d’arte che saranno proposte dinanzi ai loro occhi. In queste sale, fra loro interconnesse, sarà dunque possibile prendere parte a un’esperienza unica che consentirà sia di provare continue sensazioni fisiche, sia di penetrare in uno stato mentale in grado di predisporre a un distacco dalla quotidianità e dai suoi ritmi, puntando a divenire un tutt’uno con l’arte. “Riconoscendo che la mente, il corpo e l’ambiente sono la totalità del loro essere, i visitatori vengono così riconnessi al mondo e al tempo“, indicano da teamLab. Un’anteprima video delle opere d’arte incluse nel percorso di teamLab Reconnect: Art with Rinkan Sauna Roppongi è disponibile a questo link.

[Immagine in apertura: teamLab Reconnect: Art with Rinkan Sauna Roppongi, Tokyo © teamLab]