+50 Sculture in città

PALAZZO COLLICOLA ARTI VISIVE - MUSEO CARANDENTE - dal 23/06/2012 al 28/10/2012

PALAZZO COLLICOLA ARTI VISIVE - MUSEO CARANDENTE

Via Loreto Vittori 11 Spoleto Italia
+39 074346434

Info box

Generi: arte contemporanea, collettiva

Autori: Antonio Riello, Michelangelo Galliani, Robert Gligorov, Giovanni Albanese, Alex Pinna, Francesco Mernini, Andrea Abbatangelo, David Pompili, Antonella Zazzera, Vincenzo Marsiglia, David Fagioli, Chiara Dynys, Cristiano Petrucci, Graziano Carotti , Renato Rubini , Enatalem D. Zeleke , EPVS, Fausto Delle Chiaie, Marianna Masciolini, Vincenzo Pennacchi, Gaetano Bodanza, Peretti & Mauro, Kindergarten, Fabio Mattei

Curatori: Gianluca Marziani, Matteo Pacini, Francesca Briganti, Maria Letizia Bixio, Valentina Gramiccia

+50 sarà una “mostra diffusa” che mapperà la città e diventerà un percorso a tappe tra interni ed esterni, visibilità e nascondimento, tra l’impatto figurativo e le molteplici chiavi narrative. Una “caccia ai tesori” dove vincerà sempre l’opera con i suoi codici e le sue infinite nature sentimentali.SCULTURE IN CITTÀ tra memoria (1962) e presente (2012)

23 giugno – 28 ottobre 2012

1962. SCULTURE IN CITTÀ fu un avvenimento unico e scardinante, qualcosa in più di una semplice mostra, possiamo dire il primo evento globale che relazionò una città ad alto valore storico con le visioni dei più grandi scultori del Dopoguerra.

2012. +50 vuole conservare la memoria e riflettere sulle nuove formule espressive della scultura contemporanea. Un evento germinativo che si svilupperà tra Palazzo Collicola e la zona storica di Spoleto, secondo una ramificazione virale dei progetti, realizzati da alcuni tra i più interessanti scultori del panorama italiano. Cinquant’anni fa prevalse la cultura della fusione e delle leghe pesanti, secondo una concezione elaborativa che esprimeva nel ferro la sua natura primordiale e al contempo avanzata. Oggi sono cambiati i codici figurativi ma anche i materiali, le tecniche d’esecuzione, i modi di integrarsi o reagire nel contesto urbano. Diminuiscono le simbologie astratte e crescono i legami con la città viva, il corpo mutante, gli oggetti tecnologici. Diminuiscono (ma non scompaiono) le antiche tecniche elaborative a favore di un approccio eterogeneo, in dialogo con il progresso dei nuovi materiali e delle gigantesche possibilità tecniche. La forza del nuovo progetto sta proprio nella sua doppia natura: da una parte la scultura come atto innovativo, esperimento sul presente, volume aperto; dall’altra il forte rispetto per la memoria storica, reso evidente da autori che lavorano il marmo, il gesso o la cera con raffinata sapienza “classica”, adattando la memoria alle storie del nostro tempo digitale.

+50 sarà una “mostra diffusa” che mapperà la città e diventerà un percorso a tappe tra interni ed esterni, visibilità e nascondimento, tra l’impatto figurativo e le molteplici chiavi narrative. Una “caccia ai tesori” dove vincerà sempre l’opera con i suoi codici e le sue infinite nature sentimentali.

In collaborazione con il Comune di Spoleto e Regione Umbria.

+50 anni dalla mostra SCULTURE nella CITTÀ (1962) e

+50 gli artisti protagonisti di SCULTURE IN CITTÀ (2012)

A 50 anni dalla grande mostra SCULTURE nella CITTÀ, curata nel 1962 da Giovanni Carandente, il Comune di Spoleto con +50 SCULTURE IN CITTÀ TRA MEMORIA (1962) E PRESENTE (2012) a cura di Gianluca Marziani,

celebra la scultura contemporanea attraverso le opere di oltre 50 artisti installate tra Palazzo Collicola e vari luoghi della città: chiese, palazzi, musei, cortili, giardini, vie e piazze.

“La costruzione del progetto ha portato a un numero di artisti che gira attorno al 50… non era preventivato, è un numero che nasce dal concetto diffuso con cui ho costruito il progetto, a conferma che le apparenti coincidenze nascondono la veggenza intuitiva dei numeri.

Come nella recente serie americana Touch, ecco che il numero definisce un ordine del mondo, una misura delle cose che oggi si è trasformata in una mappatura ideale della città storica…”

Gianluca Marziani, direttore di Palazzo Collicola Arti Visive

PALAZZO COLLICOLA GIOVANNI ALBANESE; MICHELANGELO GALLIANI; ROBERT GLIGOROV; FAUSTO DELLE CHIAIE; ALEX PINNA; MARIANNA MASCIOLINI; EPVS; CHIARA DYNYS; VINCENZO PENNACCHI; ANDREA ABBATANGELO; GAETANO BODANZA; DAVID FAGIOLI; PERETTI & MAURO; FRANCESCO MERNINI; ALEX PINNA; ANTONIO RIELLO; ANTONELLA ZAZZERA. Collicolab: GRAZIANO CAROTTI a cura di Matteo Pacini, KINDERGARTEN & DAVID POMPILI a cura di Francesca Briganti, FABIO MATTEI a cura di Gianluca Marziani, VINCENZO MARSIGLIA a cura di Michela Di Stefano, CRISTIANO PETRUCCI a cura di Gianluca Marziani, RENATO RUBINI & ENATALEM ZELEKE a cura di Maria Letizia Bixio e Valentina Gramiccia.

ESTERNI ANGELO BUCARELLI Corso Mazzini; MICHELE CIRIBIFERA Liceo Artistico «Leoncillo Leonardi» + area davanti al Teatro Nuovo; MAURO CUPPONE Complesso San Nicolò; RAUL GABRIEL via Filitteria; MARCELLO MAUGERI Piazza Fontana; FRANCO MENICAGLI Piazza della Genga; CARLO MOGGIA Giardini Viale Matteotti; MATTEO PERETTI Largo Muzio Clementi; ALESSANDRA PIERELLI Complesso San Nicolò; ANDREA PINCHI & CRISTIANO CAROTTI Piazza della Libertà; ALEX PINNA Fontana Piazza del Mercato; OLIVIERO RAINALDI via Minervio

INTERNI GEHARD DEMETZ Casa Romana; AFFILIATI PEDUCCI/SAVINI Museo del Tessuto e del Comune; JEFFREY ISAAC Rocca Albornoziana; KARPÜSEELER Rocca Albornoziana Seconda Porta; ADRIAN TRANQUILLI Chiesa SS. Giovanni e Paolo; FRANCO TROIANI San Carlo; UMBERTO CAVENAGO Chiesetta Madonna del Pozzo; MICHELE MANZINI Cupola Geodetica «Spoletosphere»; GAETANO BODANZA Complesso San Nicolò, area archeologica; DARIO GHIBAUDO Palazzo Comunale; PEPPE PERONE Palazzo Comunale; LUCIO PERONE Palazzo Comunale + Spazio Via di Visiale; MARIO CONSIGLIO Palazzo Comunale; MAURIZIO SAVINI Palazzo Comunale; SILVANO TESSAROLLO Spazio Via di Visiale