Akbar. Il Grande Imperatore dell’India

MUSEO FONDAZIONE ROMA - PALAZZO SCIARRA COLONNA - dal 22/10/2012 al 03/02/2013

MUSEO FONDAZIONE ROMA - PALAZZO SCIARRA COLONNA

Via Marco Minghetti 22 Roma Italia
+39 06697645599
info@fondazioneromamuseo.it

Info box

Generi: arte antica

Curatori: Gian Carlo Calza

Dipinti e disegni, preziosi manoscritti miniati, rarissimi tappeti antichi, gioielli e armi tempestate di pietre preziose rievocheranno il favoloso splendore della corte moghul e i fasti dell’India nel 1500, introducendo l’internazionalismo di Akbar e il suo influsso sull’Europa.Le opere giungeranno a Roma da tutto il mondo per raccontare la figura di uno dei più grandi sovrani della storia, vissuto nel XVI secolo. La mostra, un’anteprima assoluta per l’Italia, consta di oltre centrotrenta opere di straordinario valore storico e artistico, eccezionalmente concesse in prestito per questo unico, grande evento.

Dipinti e disegni, preziosi manoscritti miniati, rarissimi tappeti antichi, gioielli e armi tempestate di pietre preziose rievocheranno il favoloso splendore della corte moghul e i fasti dell’India nel 1500, introducendo l’internazionalismo di Akbar e il suo influsso sull’Europa.

Già nel XVI secolo, Akbar affermò principi moderni antesignani come il ripudio di ogni forma di estremismo e l’integrazione tra le diverse etnie. Abolì la religione di stato e introdusse princìpi di tolleranza ed eguaglianza che rimangono eccezionali nell’intera storia dell’umanità. Celebre la sua frase «Che nessuno si intrometta nelle faccende altrui in riferimento alla religione, e che a ciascuno sia consentito di accostarsi alla religione che gli aggrada» citata anche dal grande economista Premio Nobel Amartya Sen nel libro Identità e violenza.
Akbar promosse personalmente la diffusione di un sincretismo religioso mirante soprattutto a superare la separazione tra islam e induismo.

La mostra, voluta dal Prof. Emmanuele F.M. Emanuele, presidente della Fondazione Roma, è curata dal Prof. Gian Carlo Calza ed è promossa dalla Fondazione Roma che, dopo aver aperto le porte alla Cina, al Giappone e all’America con grandi e memorabili mostre, ribadisce con questa il proprio impegno nella diffusione e nella conoscenza delle culture internazionali con un approfondimento sull’India e sulla sua straordinaria storia.

In concomitanza con l’esposizione, sempre per volere della Fondazione Roma, si terrà un’inedita e originale rassegna cinematografica presso il Teatro Quirinetta, dal 29 novembre al 9 dicembre 2012: il Bollywood Film Meeting Roma.
Alla vigilia delle celebrazioni per i cento anni del cinema indiano, che si terranno in India nel 2013, l’evento offre uno sguardo generale sulla Bollywood contemporanea, proponendo una selezione di lungometraggi. La rassegna comprenderà lo spettacolare film storico sulla vita dell’Imperatore dal titolo Jodhaa Akbar (2008), di Ashutosh Gowariker, già regista dell’acclamato Lagaan (2001), candidato agli Oscar come miglior film straniero.

Entrambi gli eventi, in linea con la missione culturale della Fondazione Roma, esemplificano come la forza delle relazioni internazionali, congiuntamente al dialogo culturale e artistico, contribuiscano a trasformazioni storiche e sociali per le quali sono fondamentali personalità carismatiche e magnifiche come quella di Akbar il Grande.