Brunella Longo – Imusmis 2

CAMUSAC - CASSINO MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA - dal 09/05/2014 al 28/09/2014

CAMUSAC - CASSINO MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA

via Casilina Nord 1 Cassino Italia
+39 3665904400

Info box

Generi: arte contemporanea, personale

Autori: Brunella Longo

Curatori: Bruno Corà

Mostra personale di Brunella Longo con nuove opere esito di una originale elaborazione digitale da foto analogiche e stampe lambda. Tra gli eventi che segnano il giovane percorso del CAMUSAC – Cassino Museo Arte Contemporanea dall’ottobre 2013 ad oggi, si situa la mostra personale di Brunella Longo con nuove opere esito di una originale elaborazione digitale da foto analogiche e stampe lambda. Non è la prima volta che Brunella Longo esibisce un repertorio di immagini in cui una base fotografica, costituita da paesaggi esotici e di lande desertiche ove solo poche presenze naturali abitano quei luoghi in cui alcuni suoi autoritratti – in verità sotto ermetici indumenti – si coniugano con abili dissolvenze in essi.
E’ un arcano non esente da esoterici richiami iconologici, dietro i quali una letteratura e una mitologia sviluppatasi dal neoplatonismo rinascimentale ad oggi non smette di inviare messaggi che richiedono di essere decifrati.
La mostra, composta da dodici delle numerose opere che negli ultimi anni Longo ha realizzato viaggiando in differenti paesi, in cui la sola contaminazione sembra essere quella suscitata dalla propria presenza e dalla individuale proiezione psico-onirica su di essi, indica e conferma un’identità operativa che, compiuta l’esperienza della fotografia, volge ora la propria ricerca in ambiti in cui la lezione di Max Ernst, quella di Ansel Adams e di altri inventori di spazi della coscienza, le consentono di trovare il proprio divenire e il proprio linguaggio. Esso, a giudicare dal nuovo repertorio di immagini, è in ulteriore fase di modificazione rispetto all’episodio generativo del nucleo di opere da Longo definito IMUSMIS (2011), sia nelle conferme dei dati iniziali, sia nelle aperture che vi si scorgono. Al visitatore che vi si troverà di fronte, si richiede una libertà di osservazione analogo a quella dell’avventuroso viaggio che ha ispirato l’ideazione di questi nuovi lavori di Brunella Longo e delle sue mise en scène dai complessi significati.