Dal gesto alla forma. Arte europea e americana del dopoguerra nella Collezione Schulhof

COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIM - dal 25/01/2019 al 18/03/2019

COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIM

Dorsoduro 701 I-30123 Venezia Italia
+39 0412405411
info@guggenheim-venice.it

Info box

Generi: 14, arte moderna e contemporanea,

Autori: Antonio , Elliott , Andy , Mark , Willem , Jackson , Franz , Manlio , , Vassily , Fernando , Maurits Cornelis , , , Giambattista , , Francesco , Guido , Peter Paul , Antoon , , Andy , Beverly , Giovanni Battista , Leonardo , Leonardo , Medardo , Andy , Sandy , Andy

Curatori: Arnaldo , Luca , Stefano , Biba , Matteo , Luca , David , Luigi , Francina , Fiorella , Vincenzo , Cristina , Virginia , Dino , Silvia , Federico , Mark , Giulia , Cristina , Antonio , Antonio , Francesca , Sergio , Gianni , Fulvio , Pierluigi , Orietta , Olga , Sofia , Gian Camillo , Filippo , Maurizia , Massimo , Alberto , Irina , Sergio , Marco , Marcello , Marco , Emanuela , Alessandro , Laura , Fabio , Germano , Maurizio , Giovanni , Gražina , Karole

La mostra sarà l’occasione per vedere la Collezione Schulhof quasi nel suo complesso, con le opere esposte e allestite sulla base degli sviluppi formali del periodo. Nel 2012 ottanta opere del dopoguerra si sono aggiunte alle collezioni della Fondazione Solomon R. Guggenheim, un lascito di Hannelore B. Schulhof (1922–2012), che collezionò le opere insieme al marito Rudolph B. Schulhof (1912–1999). La mostra sarà l’occasione per vedere la Collezione Schulhof nel suo complesso, con opere esposte e allestite sulla base degli sviluppi formali del periodo. Sarà così possibile seguire i passaggi tra i movimenti e gli stili che si sviluppano a partire dalla fine della Seconda guerra mondiale fino agli anni ’80 del Novecento. L’immaginario astratto, inteso come ricerca sul colore, sulla forma e sullo spazio e le loro interrelazioni, caratterizza il dopoguerra e diviene il caposaldo della Collezione. La mostra intende celebrare come la Collezione Schulhof, nell’attraversare gli oceani e le culture, rifletta la polifonia delle molteplici tendenze artistiche del dopoguerra, soffermandosi al contempo sulla storia e sulla visione del collezionismo dei coniugi Schulhof.