Dopo l’Impressionismo

CASTELLO SVEVO - dal 16/06/2012 al 28/10/2012

CASTELLO SVEVO

Piazza Federico II Di Svevia 2 Bari Italia
+39 0805214361

Info box

Generi: collettiva, arte moderna

Autori: Pierre Bonnard , Henri Matisse, Paul Signac

In mostra tre opere di grandi artisti debitori dal movimento impressionista, capaci di rinnovarne in forme e modi diversi l’uso del colore al cospetto della luce: dal neo impressionismo pointillista di Paul Signac, al postimpressionismo di Pierre Bonnard, al fauvismo di Henri Matisse.Il Castello di Bari, imponente fortezza risalente all’epoca normanno-sveva e monumento simbolo del capoluogo pugliese, sarà la terza sede del progetto Viaggio in Italia. Capolavori dai Musei del mondo.

A partire dal 16 giugno il pubblico potrà ammirare tre opere di grandi artisti debitori dal movimento impressionista, capaci di rinnovarne in forme e modi diversi l’uso del colore al cospetto della luce: dal neo impressionismo pointillista di Paul Signac, al postimpressionismo di Pierre Bonnard, al fauvismo di Henri Matisse.
L’amore di Paul Signac per le tematiche paesaggistiche, presenti nella maggior parte delle sue opere, è reso ben evidente nello splendido olio su cartone Alberi in fiore da cui emerge il forte interesse del maestro per le teorie scientifiche relative al contrasto simultaneo del colore.
Anche Pierre Bonnard predilige il paesaggio per le sue opere; in questo caso soggetto del dipinto è uno scorcio urbano: Il ponte dei Santi Padri rappresenta infatti un calmo paesaggio cittadino intorno ad un ponte di Parigi che attraversa la Senna. Il dipinto, oltre a presentare un perfetto cromatismo formale, può essere considerato l’ultimo importante lavoro dell’artista dedicato alle scene della rue – già qui pacificata rispetto al brulicare di altre opere – e poi abbandonata, dopo il 1910, per i paesaggi di campagna.
La natura è a tutti gli effetti la potente protagonista di La Falesia d’Aval e il cottage di Etretat, opera realizzata da Henri Matisse nel 1920, in cui l’artista riesce a catturare, attraverso tratti rapidi e decisi, alcuni momenti della vita dei pescatori di Étretat. Gli elementi del dipinto prendono forma attraverso masse cromatiche quasi “spazzolate” e la luce nasce tramite l’opposizione tra i colori e le zone lasciate in ombra.
Le suggestive sale del Castello faranno quindi da cornice a queste tre splendide opere raccontando al visitatore il dialogo e lo speciale rapporto dell’“artista” del primo Novecento francese con la natura e il paesaggio.

Orari di apertura
tutti i giorni, escluso il mercoledì, dalle ore 8.30 alle ore 19.30, con chiusura della biglietteria alle ore 19.00.

Biglietto
intero € 5,00
ridotto € 3,50 (dai 18 ai 25 anni)

Per riduzioni e gratuità, vedi la normativa vigente
sito ufficiale Castello Svevo di Bari

Starting from June 16, visitors can admire the works by three great artists in debt with the impressionist movement, capable to renew the way to use color in the presence of light: from Neo-Impressionism by Paul Signac, to Post-Impressionism by Pierre Bonnard until Fauvism by Henri Matisse.
Paul Signac’s interest for landscape themes, present in most of his works, is made evident in the beautiful oil on cardboard Trees in bloom, which illustrates the strong interest of the master for scientific theories related to the simultaneous contrast of color.
Pierre Bonnard prefers landscapes too, but in these case the subject of the painting is a corner of the urban environment: The bridge of the Holy Fathers is in fact a peaceful cityscape around a bridge that crosses the Seine in Paris. The painting, as well as presenting a perfect formal chromaticism, can be considered the last important work devoted to rue scenes by the artist – here already pacified than the swarm of other works – and then abandoned after 1910, for landscapes campaign.
Nature is in effect the powerful protagonist of The Cliff of Aval and the cottage at Étretat, work dipicted by Henri Matisse in 1920, in which the artist manages to capture, through rapid and decisive traits, some moments of fishermen’s life in Étretat. The elements of the painting take shape through masses of color almost “brushed” and the light comes through the contrast between the colors and the areas left in the shade.
The impressive rooms of the Castle will host these three splendid works and will tell the guests the dialogue and the special relationship between nature and landscape of the the early twentieth century French artist.

Opening hours
every day 8.30 am – 7.30 pm.
Wednesdays closed.
The ticket office closes at 7 pm.

Tickets
Full price € 5,00
Reduced ticket: € 3,50 (from 18 until 25 y.o.)