Gianni Berengo Gardin e la Olivetti

CAMERA CENTRO ITALIANO PER LA FOTOGRAFIA - dal 01/10/2020 al 15/11/2020

CAMERA CENTRO ITALIANO PER LA FOTOGRAFIA

Via delle Rosine 18 10123 Torino Torino Italia
+39 0110881150
camera@camera.to

Info box

Generi:fotografia

Autori: Oliviero Toscani, Gaetano Previati, Michelangelo Merisi da Caravaggio, Piero Fornasetti, Helmut Newton, Michelangelo Merisi da Caravaggio, Sergio Vacchi, Gabriele Basilico, Giovanni Battista Piranesi , Shepard Obey the Giant Fairey , Jacques Henri Lartigue, Henri Cartier-Bresson, Osvaldo Licini, Claude Monet, Brian Eno, Vincenzo Gemito, Michele Vitaloni, Antonio Ligabue, Marc Chagall, Margaret Bourke White, André Derain, Gianni Berengo Gardin

Curatori: Daniele Ferrara, Toto Bergamo Rossi, Chiara Vorrasi, Alessandro Morandotti , Mauro Natale, Rita Iacopino , Nadia Bastogi, Matthias Harder, Valentino Nizzo, Paolo Giulierini , Maria Cristina Bandera , Marco Meneguzzo, Daniela Ferrari, Denis Isaia, Gianluca Marziani, Stefano Antonelli, Annie Leibovitz, Wim Wenders, Javier Cercas, Sylvie Aubenas, François Pinault, Antonio Paolucci , Fernando Mazzocca, Vittorio Sgarbi, Elisabetta Soletti, Simona Bartolena, Daniela Simoni, Jean-Loup Champion, Maria Tamajo Contarini , Carmine Romano, Francesco Federico Mancini, Alessandra Migliorati, Stefania Petrillo, Saverio Ricci, Vittorio Sgarbi, Marzio Dall’Acqua, Augusto Agosta Tota, Claudia Zevi, Fernando Mazzocca, Luisa Martorelli, Alessandra Mauro , Alberto Fiz, Francesco Poli, Simone Soldini, Barbara Paltenghi Malacrida, Pierluigi Panza, Aldo Coletto, Giangavino Pazzola, Margherita Naim

Una mostra dedicata dall’istituzione torinese e dall’Associazione Archivio Storico Olivetti, con la collaborazione del Museo Civico “P. A. Garda” di Ivrea, all’opera di uno dei più importanti fotografi italiani: Gianni Berengo Gardin (Santa Margherita Ligure, 1930). Il primo ottobre 2020, nella Project Room di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, si inaugura Gianni Berengo Gardin e la Olivetti, mostra dedicata dall’istituzione torinese e dall’Associazione Archivio Storico Olivetti, con la collaborazione del Museo Civico “P. A. Garda” di Ivrea, all’opera di uno dei più importanti fotografi italiani: Gianni Berengo Gardin (Santa Margherita Ligure, 1930)

Curato da Margherita Naim e Giangavino Pazzola, il progetto espositivo evidenzia l’intensità del rapporto professionale tra il fotografo e l’azienda di Ivrea, attraverso un’accurata selezione pressoché inedita di oltre 70 fotografie d’epoca in bianco e nero, pubblicazioni e documenti d’archivio ripensati secondo una scelta curatoriale che delinea due nuclei: uno formale che indaga il tema del valore del progetto d’architettura (industriale, residenziale, sociale, ecc.); un secondo che più esplicitamente traduce un sistema sociale di relazioni dentro e fuori la fabbrica. Berengo Gardin, infatti, è uno tra gli autori che ha collaborato più a lungo con la Società Olivetti, descrivendo attraverso i suoi servizi fotografici sia il valore sociale del progetto d’architettura, sia l’organizzazione di un sistema di servizi sociali e culturali che animava la fabbrica e il territorio. La mostra Gianni Berengo Gardin e la Olivetti è inoltre un omaggio che i due istituti culturali dedicano all’autore in occasione dei suoi 90 anni.
La mostra ha origine da un progetto di ricerca e studio promosso dall’Associazione Archivio Storico Olivetti nel 2018 e svolto da Margherita Naim attraverso l’analisi e schedatura dei documenti fotografici di Gianni Berengo Gardin nei fondi della Società Olivetti, e si sviluppa all’interno di un protocollo di intesa tra il Dipartimento Archivi di CAMERA e l’Associazione, rivolto alla mappatura e alla valorizzazione dei fondi fotografici conservati a Ivrea – all’interno della più ampia cornice del Censimento delle raccolte fotografiche in Italia realizzato da CAMERA su scala nazionale. Una collaborazione consolidata, quella tra Camera e l’Associazione che, lo scorso anno, ha dato vita alla mostra 1969. Olivetti Formes et Recherche. Una Mostra Internazionale e che anche in questa occasione trova puntuale restituzione a livello locale attraverso un riallestimento della mostra ad Ivrea, negli spazi del Museo Civico “P.A. Garda” (28 novembre 2020 – 28 marzo 2021).
Siamo particolarmente soddisfatti – commenta il presidente di CAMERA Emanuele Chieli – di presentare, in Project Room, la mostra dedicata al maestro Gianni Berengo Gardin: non solo un appuntamento importante nel calendario dei festeggiamenti del quinto compleanno del nostro centro, ma anche l’ennesima testimonianza dell’attenzione che la Fondazione dedica, da sempre, ai grandi nomi della fotografia italiana e internazionale. Questa mostra è, inoltre, l’occasione per rafforzare la preziosa collaborazione con l’Associazione Archivio Storico Olivetti e in questo modo omaggiare insieme i 90 anni di uno dei più fotografi italiani degli ultimi decenni.

La rinnovata collaborazione dell’Associazione Archivio Storico Olivetti con CAMERA – continua la curatrice degli eventi culturali dell’Associazione Marcella Turchetti – e con il Museo civico “P.A. Garda” di Ivrea, parte da un lavoro di approfondimento e valorizzazione del patrimonio storico (e fotografico) della società Olivetti da parte dell’Associazione, attraverso un sistema di collaborazioni a vantaggio del territorio, della sua tradizionale vocazione culturale e a sostegno e per la valorizzazione e protezione del sito patrimonio mondiale “Ivrea, città industriale del XX secolo” e ringraziamo CAMERA per la rinnovata fiducia e collaborazione per questa mostra.
La mostra è accompagnata dal catalogo “Gianni Berengo Gardin e la Olivetti” edito da Silvana Editoriale e realizzato dalla Città di Ivrea.