Henri Cartier-Bresson – Le Grand Jeu

PALAZZO GRASSI - FRANCOIS PINAULT FOUNDATION - dal 11/07/2020 al 20/03/2021

PALAZZO GRASSI - FRANCOIS PINAULT FOUNDATION

Salizzada San Samuele 3231 Venezia Italia
+39 0415231680
visite@palazzograssi.it

Info box

Generi:fotografia

Autori: Gaetano Previati, Michelangelo Merisi da Caravaggio, Mario Giacomelli, Georges De La Tour, Banksy, Mimmo Paladino, Piero della Francesca, Piero Fornasetti, Helmut Newton, Bruno Munari, Michelangelo Merisi da Caravaggio, Sergio Vacchi, Giovanni Battista Piranesi , Gabriele Basilico, Giovanni Battista Piranesi , Charles Peterson, Michael Lavine, Shepard Obey the Giant Fairey , Jacques Henri Lartigue, Henri Cartier-Bresson

Curatori: Daniele Ferrara, Toto Bergamo Rossi, Chiara Vorrasi, Alessandro Morandotti , Mauro Natale, Rita Iacopino , Nadia Bastogi, Claudio Paolinelli, Timothy Wilson, Francesca Cappelletti, Gianluca Marziani, Stefano Antonelli, Acoris Andipa, Matthias Harder, Valentino Nizzo, Paolo Giulierini , Maria Cristina Bandera , Marco Meneguzzo, Chiara Casarin, Pierluigi Panza, Daniela Ferrari, Denis Isaia, Vittoria Mainoldi , Gianluca Marziani, Stefano Antonelli, Annie Leibovitz, Wim Wenders, Javier Cercas, Sylvie Aubenas, François Pinault

Il progetto della mostra, ideato e coordinato da Matthieu Humery, mette a confronto lo sguardo di cinque curatori sull’opera di Cartier-Bresson (1908 – 2004), e in particolare sulla “Master Collection”. Palazzo Grassi presenta “Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu”, realizzata con la Bibliothèque nationale de France e in collaborazione con la Fondation Henri Cartier-Bresson.

Il progetto della mostra, ideato e coordinato da Matthieu Humery, mette a confronto lo sguardo di cinque curatori sull’opera di Cartier-Bresson (1908 – 2004), e in particolare sulla “Master Collection”, una selezione di 385 immagini che l’artista ha individuato agli inizi degli Settanta, su invito dei suoi amici collezionisti Jean e Dominique de Menil, come le più significative della sua opera.

La fotografa Annie Leibovitz, il regista Wim Wenders, lo scrittore Javier Cercas, la conservatrice e direttrice del dipartimento di Stampe e Fotografia della Bibliothèque nationale de France Sylvie Aubenas, il collezionista François Pinault, sono stati invitati a loro volta a scegliere ciascuno una cinquantina di immagini a partire dalla “Master Collection” originale, della quale esistono cinque esemplari.

Attraverso la loro selezione, ognuno di loro condivide la propria visione personale della fotografia, e dell’opera di questo grande artista. Rinnovare e arricchire il nostro sguardo sull’opera di Henri Cartier-Bresson attraverso quello di cinque personalità diverse è la sfida del progetto espositivo “Le Grand Jeu” a Palazzo Grassi.

La mostra “Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu” sarà presentata alla Bibliothèque nationale de France, a Parigi, nella primavera 2021.