Icastica 2015

PALAZZO COMUNALE - dal 27/06/2015 al 27/09/2015

PALAZZO COMUNALE

Piazza Libertà 1 Arezzo Italia
+39 057523952

Info box

Generi: arte contemporanea, collettiva

Curatori: Fabio Migliorati

Ad Arezzo le opere di oltre cento artisti contemporanei tra i più importanti e interessanti della scena mondiale sono installate in quasi 40 spazi, indoor e outdoor della città. Attraverso la demusealizzazione, l’arte contemporanea si mescola con i capolavori del Cimabue, di Piero della Francesca, di Giorgio Vasari, e Arezzo può vivere l’arte in modo diretto.ICASTICA 2015
COLTIVARE CULTURA / CULTIVATING CULTURE

28 GIUGNO – 27 SETTEMBRE 2015
27 JUNE – 25 SEPTEMBER 2015

AREZZO

ARTISTI / ARTISTS
Cimabue, Piero della Francesca, Giorgio Vasari, Benedetto da Maiano, Pietro Lorenzetti, Abake, Adel Abdessemed, Carla Accardi, Etel Adnan, Mario Airò, Carl Andre, Giorgio Andreotta Calò, Giovanni Anselmo, Salvatore Arancio, Francesco Arena, Stuart Arends, Stefano Arienti, Charles Avery, Massimo Barzagli, James Beckett, Nina Beier, Neil Beloufa, David Bernstein, Joseph Beuys, Andrea Bianconi, Vanessa Billy, Karina Bisch, Lupo Borgonovo, Alessandro Brighetti, Christian Burnoski, Sophie Calle, Sheba Chhachhi, Isabelle Cornaro, Valentino Carrai-Luca Mauceri-Carlo Trucchi, Vittorio Corsini, Giulio De Mitri, Rolando Deval, Aron Demetz, Gabriele De Santis, Gintaras Didziapetris, Mark Dion, Sean Edwards, Tim Ellis, Haris Epaminonda, Franklin Evans, Lara Favaretto, Christian Flamm, Claire Fontaine, Tim Foxon, Simon Fujiwara, Ryan Gander, Mario Garcia Torres, Alberto Garutti, Lydia Gifford, Félix González -Torres, Paolo Grassino, May Hands, Nicholas Hatfull, Mona Hatoum, Judith Hopf, Anna Hughes, Paolo Icaro, Anish Kapoor, Joseph Kosuth, Hannah Lees, George Henry Longly, Francesco Lo Savio, Christiane Löhr, Allan McCollum, Helen Mirra, Jonathan Monk, Moataz Nasr, Ernesto Neto, Alek O, Ruairiadh O’Connell, Joe Orr, Hans Op de Beeck, Adrian Paci, Gulio Paolini, Jorge Peris, Dominique Petitgand, Alfredo Pirri, Fabrizio Plessi, Gerhard Richter, Davide Rivalta, Bernardi Roig, Pietro Ruffo, Shigeru Saito, Nicola Samorì, Tomas Saraceno, Maurizio Savini, Markus Schinwald, Pinuccio Sciola, Samara Scott, Tino Sehgal, Ettore Spalletti, Sten & Lex, Jessica Stockholder, Danae Stratou, Santo Tolone, Luca Trevisani, Richard Tuttle, Francesco Vezzoli, Ai Weiwei, Bedwyr Williams, Jesse Wine

SEDI / LOCATIONS
indoor:
Chiesa S.Maria della Pieve – corso Italia, 7
Chiesa S.Maria delle Grazie – via S.Maria delle Grazie, 1
Basilica S.Domenico – p.zza S.Domenico
Basilica S.Francesco – p.zza S.Francesco
Cattedrale dei Santi Pietro e Donato – p.zza Duomo, 1
GCAC – Galleria Civica Arte Contemporanea – p.zza S.Francesco, 4
Galleria FuriniArteContemporanea – via Oberdan, 61
Museo Statale Arte Medievale e Moderna – via S.Lorentino, 8
Museo Statale Archeologico Mecenate – via Margaritone, 10
Museo Casa Giorgio Vasari – via XX Settembre, 55
Palazzo Chianini – via Cesalpino, 15
Sala S.Ignazio – via Carducci, 7
Museo Casa Ivan Bruschi – c.so Italia, 14
Palazzo Lambardi – c.so Italia, 60
Palazzo Fraternita – p.zza Grande
Palazzo Comunale – p.zza Libertà, 1
Chiesa della Madonna del Duomo Vecchio – via Oberdan, 61

outdoor:
Corso Italia
Piazza Guido Monaco
Piazza S.Francesco
Piazza S.Michele
Piazza Repubblica
Piazza S.Jacopo
Piazza S.Agostino
Piazza S.Domenico
Piazza Popolo
Piazza Libertà
Via Roma
Praticino
Scale mobili Pietri
Loggiato Vasari.

ART DIRECTOR
Fabio Migliorati

PROGETTI CURATORIALI A CURA DI / CURATORIAL PROJECTS BY
Adam Carr ADVENTURES IN BRONZE, CLAY & STONE Chiesa della Madonna del Duomo Vecchio – via Oberdan, 61 Galleria FuriniArteContemporanea
Rita Selvaggio COLMARE IL BOCCIOLO/COMBATTERE IL VERME/REGOLARE IL CALORE/ELUDERE IL VENTO/SFUGGIRE ALL’APE Museo Casa Ivan Bruschi – c.so Italia, 14

Ilaria Gianni TAVERNA – SIAMO APERTI Palazzo Fraternita – p.zza Grande

Atto Belloli Ardessi, Ginevra Bria ERNESTO NETO. ESPAÇO ENTRE GCAC – Galleria Civica Arte Contemporanea – p.zza S.Francesco, 4

999 contemporary I STREET Piazza Fanfani, Piazza del popolo, Casa delle Culture

IT
Ad Arezzo, dal 27 giugno al 27 settembre le opere di oltre cento artisti contemporanei tra i più importanti e interessanti della scena mondiale sono installate in quasi 40 spazi, indoor e outdoor della città. Attraverso la demusealizzazione, l’arte contemporanea si mescola con i capolavori del Cimabue, di Piero della Francesca, di Giorgio Vasari, e Arezzo può vivere l’arte in modo diretto.

Con ICASTICA 2015 il territorio aretino si presta all’arte, allo spettacolo, al dibattito sulla cultura da coltivare, nel solco del tema guida di Milano Expo di cui si giustifica il patrocinio. Il titolo “Coltivare Cultura” caratterizza così ICASTICA 2015, a concepire la Cultura come l’insieme di criteri risolutivi e di prassi consolidate. I temi del cibo, del gusto, della sostenibilità vengono declinati a varie voci e secondo differenti competenze, per indurre quella voglia di conoscere che, quando si fa trovare, muove il mondo e diffonde coscienza nel farlo. La cultura diviene una scelta consapevole, verso l’adozione di un sistema, di una realtà, di una soluzione collettiva unita di fronte a problemi socializzanti.

L’arte, come dimensione dell’esperienza, dunque della storia, è qui chiamata a esperire, interpretare, simboleggiare la Cultura: base del vivere primario, che prima ne è determinato e poi determina – afferma Fabio Migliorati, Direttore della rassegna. ‘ICASTICA si occupa di linguaggi creativi nel tempo – dal materiale artistico al documento, dalla testimonianza all’esperienza; si propone nelle due sezioni arte + eventi e progetti, con un rigoroso Comitato Scientifico che provvederà anche a stabilire i premi da assegnare agli artisti in concorso.’

ICASTICA 2015 è organizzata dal Comune di Arezzo, con la collaborazione e il sostegno di enti, partner, sponsor del territorio.

EN

ICASTICA 2015, Cultivating Culture in Arezzo
From 27 June to 27 September 2015 the historic centre of Arezzo will be filled with contemporary art

In Arezzo, from 27 June to 27 September, the works of over a hundred of the most important and interesting contemporary artists on the world scene will be installed in almost forty indoor and outdoor spaces of the city. Taken out of the museums, contemporary art will mix with masterpieces by Cimabue, Piero della Francesca and Giorgio Vasari, and Arezzo will be able to experience art directly.

With ICASTICA 2015 the region of Arezzo is opening up to art, performance and debate on the need to cultivate culture, following in the footsteps of the guiding theme of the Milan Expo, under whose aegis the programme is being staged. Thus the title ‘Cultivating Culture’ will reflect ICASTICA 2015’s conception of culture as a set of decisive criteria and consolidated practices. The themes of food, taste and sustainability are approached from a variety of perspectives and according to a range of different areas of expertise, with the aim of fostering a desire for knowledge that, when it is present, moves the world and spreads understanding in the process. Culture becomes a conscious choice to head towards the adoption of a system, a united collective solution to the problems faced by society.

‘Art, as a dimension of experience, and thus of history, is called on here to convey, interpret and symbolize culture: the primary basis of living, which is first shaped by it and then shapes it,’ declares Fabio Migliorati, director of the festival. ‘ICASTICA is looking at creative languages over time – from the material of art to the document, from the account to the experience. It will be made up of two sections, art + events and projects, with a stringent Advisory Board that will also decide on the prizes to be awarded to the competing artists.’

ICASTICA 2015 is organized by the municipality of Arezzo, with the collaboration and the support of regional bodies, partners and sponsors.