Magnifici tre. I libri-gioiello di Lorenzo de’ Medici

BIBLIOTECA MEDICEA LAURENZIANA - dal 10/09/2012 al 20/10/2012

BIBLIOTECA MEDICEA LAURENZIANA

Piazza Di San Lorenzo 9 Firenze Italia
+39 055210760
medicea@librari.beniculturali.it

Info box

Generi: documentaria

Curatori: Lucia Panini

La Biblioteca Medicea Laurenziana ospita la mostra “Magnifici tre. I libri-gioiello di Lorenzo de’ Medici”: riuniti ed esposti per la prima volta dopo cinque secoli i manoscritti miniati fatti realizzare nel Quattrocento da Lorenzo il Magnifico per le tre figlie. Per l’occasione tornerà in Italia il prezioso codice Medici-Rothschild. Spettacolari come dipinti, preziosi come gioielli: sono i codici miniati fatti realizzare alla fine del Quattrocento da Lorenzo de’ Medici, detto il Magnifico, per le figlie Lucrezia, Luisa e Maddalena. Capolavori assoluti del Rinascimento che per la prima volta dopo cinque secoli saranno riuniti ed esposti insieme a Firenze nella mostra “Magnifici tre. I libri-gioiello di Lorenzo de’ Medici”.

La mostra si svolgerà presso la Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze dall’11 settembre al 20 ottobre 2012. L’inaugurazione si terrà lunedì 10 settembre (ore 18.30 – ingresso libero) e vedrà la partecipazione di Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani. L’evento è promosso dalla Biblioteca Medicea Laurenziana e da Franco Cosimo Panini Editore, con il patrocinio del Comune di Firenze e della Regione Toscana.

“Magnifici tre” è la prima mostra interamente dedicata ai tre codici miniati commissionati dal Magnifico come doni nuziali per le figlie Lucrezia, Luisa e Maddalena. Riccamente decorati e impreziositi da sontuose legature con ori, argenti, pietre dure e smalti policromi, questi codici sono più simili a gioielli che a libri da sfogliare.

Oggi i codici sono gelosamente custoditi da tre diverse biblioteche: la Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze, la Bayerische Staatsbibliothek di Monaco e la Rothschild Collection di Waddesdon Manor, in Inghilterra. Il manoscritto conservato da quest’ultima – noto come codice Medici-Rothschild dal nome degli attuali proprietari – tornerà in Italia e sarà esposto per la prima volta.