Paolo Pellegrin – Un’antologia

REGGIA DI VENARIA - dal 01/10/2020 al 31/01/2021

REGGIA DI VENARIA

Piazza Della Repubblica 4 (10078) Venaria Venaria Italia
+39 0114992333
prenotazioni@lavenariareale.it

Info box

Generi:fotografia

Autori: Oliviero Toscani, Gaetano Previati, Michelangelo Merisi da Caravaggio, Piero Fornasetti, Helmut Newton, Michelangelo Merisi da Caravaggio, Sergio Vacchi, Gabriele Basilico, Giovanni Battista Piranesi , Shepard Obey the Giant Fairey , Jacques Henri Lartigue, Henri Cartier-Bresson, Osvaldo Licini, Claude Monet, Brian Eno, Vincenzo Gemito, Michele Vitaloni, Antonio Ligabue, Marc Chagall, Margaret Bourke White, André Derain, Gianni Berengo Gardin, Paolo Pellegrin

Curatori: Daniele Ferrara, Toto Bergamo Rossi, Chiara Vorrasi, Alessandro Morandotti , Mauro Natale, Rita Iacopino , Nadia Bastogi, Matthias Harder, Valentino Nizzo, Paolo Giulierini , Maria Cristina Bandera , Marco Meneguzzo, Daniela Ferrari, Denis Isaia, Gianluca Marziani, Stefano Antonelli, Annie Leibovitz, Wim Wenders, Javier Cercas, Sylvie Aubenas, François Pinault, Antonio Paolucci , Fernando Mazzocca, Vittorio Sgarbi, Elisabetta Soletti, Simona Bartolena, Daniela Simoni, Jean-Loup Champion, Maria Tamajo Contarini , Carmine Romano, Francesco Federico Mancini, Alessandra Migliorati, Stefania Petrillo, Saverio Ricci, Vittorio Sgarbi, Marzio Dall’Acqua, Augusto Agosta Tota, Claudia Zevi, Fernando Mazzocca, Luisa Martorelli, Alessandra Mauro , Alberto Fiz, Francesco Poli, Simone Soldini, Barbara Paltenghi Malacrida, Pierluigi Panza, Aldo Coletto, Giangavino Pazzola, Margherita Naim, Annalisa D’Angelo

La mostra Paolo Pellegrin. Un’antologia apre al pubblico nelle Sale delle Arti della Reggia di Venaria.

Dopo un accurato lavoro sul suo archivio, nel 2018 nasce la mostra antologica di Paolo Pellegrin, noto fotografo della storica agenzia Magnum Photos. Vincitore di numerosi premi internazionali, con esposizioni che negli anni hanno scandito la sua crescita autoriale, lo ritroviamo adesso nelle Sale delle Arti della Reggia di Venaria in un percorso immersivo.

Tra il buio e la luce, le oltre 200 fotografie ci portano dai conflitti armati che dilaniano il mondo, all’emergenza climatica di cui è protagonista la Natura, e noi con lei. Ma anche tra le pareti del suo studio, “ripensato” ad ogni successiva tappa della mostra, per permettere all’osservatore di entrare nel mondo dell’Autore e di indagare con maggiore profondità le scelte, le intuizioni, le urgenze di uno sguardo inarrestabile e onnivoro.

La mostra presenta inoltre una sezione speciale ed inedita dedicata ad un racconto personale ed intimo di Pellegrin: le fotografie realizzate in Svizzera con la propria famiglia durante il periodo della quarantena per il lockdown del coronavirus.

Progetto di Germano Celant, a cura di Annalisa D’Angelo per la Reggia di Venaria

Paolo Pellegrin è nato a Roma nel 1964. Dopo aver studiato architettura, il suo interesse si focalizza sulla fotografia. Dopo dieci anni all’Agence Vu, entra a far parte di Magnum Photos come nominee nel 2001, diventando membro a pieno titolo nel 2005.
Ha lavorato a contratto per “Newsweek” per dieci anni. Nella sua carriera ha ricevuto molteplici riconoscimenti internazionali, tra cui il Robert Capa Gold Medal Award. Nel 2006 gli viene riconosciuto il W. Eugene Smith Grant in Humanistic Photography.
Le sue foto sono state esposte in numerosi musei e gallerie tra cui: La Maison Européenne de La Photographie, i Rencontres d’Arles, il San Francisco Museum of Modern Art, la Corcoran Gallery of Art, il MAXXI di Roma, l’Aperture Foundation Gallery, il Foam Fotografiemuseum Amsterdam, e la Deichtorhallen ad Amburgo.
Vive a Londra.