Renato Guttuso

COMPLESSO DEL VITTORIANO - dal 12/10/2012 al 17/02/2013

COMPLESSO DEL VITTORIANO

Via Di San Pietro In Carcere Roma Italia
+39 066780664
museo.vittoriano1@tiscali.it

Info box

Generi: arte contemporanea, personale

Autori: Renato Guttuso

Roma, città in cui Renato Guttuso visse per oltre cinquant’anni lo celebra, in occasione del centenario dalla nascita, con una grande mostra: cento dipinti rappresentativi dell’intero arco creativo dell’attività del maestro siciliano.Roma, città in cui Renato Guttuso visse per oltre cinquant’anni lo celebra, in occasione del centenario dalla nascita, con una grande mostra: cento dipinti rappresentativi dell’intero arco creativo dell’attività del maestro siciliano.

Renato Guttuso visse per oltre cinquanta anni nella Capitale, con studio in Via Pompeo Magno, intessendo rapporti di amicizia e collaborazione con i più grandi maestri della nostra storia, da Moravia a Moore, Manzù, Treccani, Marino Mazzacurati, Toti Scialoja, poeti come Pasolini e Neruda, registi come Visconti.

Egli stabilì nella capitale il centro nodale delle sue relazioni e la dipinse, rappresentandone l’aspetto più intenso e profondo, sociale, politico, ma anche religioso; molto note sono le sue vedute del Colosseo e dei Tetti di Via Leonina.

A partire dagli anni sessanta la figura femminile diventa dominante nella sua pittura e fra i dipinti più importanti di quel periodo si possono ricordare ‘Donne stanze paesaggi oggetti’ del 1967, e la serie di tele nelle quali ritrae Marta Marzotto, sua musa ispiratrice e modella prediletta per lunghi anni.

Nel 1971 disegnò il drappellone del Palio di Siena e nel 1972 dipinse ‘I funerali di Togliatti’, che diverrà opera-manifesto della pittura antifascista.