Siria. Splendore e Dramma

PALAZZO VENEZIA - dal 19/06/2014 al 31/08/2014

PALAZZO VENEZIA

Via Del Plebiscito 118 Roma Italia
+39 0669994299
palazzovenezia.dir@arti.beniculturali.it

Info box

Generi: archeologia

La mostra rappresenta una tappa di un progetto destinato a risvegliare l’attenzione dell’opinione pubblica internazionale.Una Mostra/verità sulla Siria fuori dagli schemi: “Siria splendore e dramma”: non solo una mostra, ma un’esperienza che lascerà il segno. L’inaugurazione è prevista per Giovedì 19 giugno 2014, alle 18.30 presso i Saloni Monumentali di Palazzo Venezia, via del Plebiscito 118, Roma, e l’ingresso sarà libero per tutti i visitatori dal 20 giugno fino al 31 agosto 2014.

Promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Roma, diretta da Daniela Porro e patrocinata dall’UNESCO, che ne ha riconosciuto l’alto valore scientifico e morale, la mostra rappresenta una tappa di un progetto destinato a risvegliare l’attenzione dell’opinione pubblica internazionale.

A dare il benvenuto Francesco Rutelli e Paolo Matthiae, promotori della Mostra e della Campagna Internazionale per la salvezza del patrimonio culturale siriano.

Saranno presenti il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e il sindaco di Roma Ignazio Marino.

Un Mostra non solo da ‘guardare’ ma che parlerà alla mente e al cuore per innescare una reazione costruttiva. I visitatori saranno spettatori attivi, e protagonista assoluto non sarà solo lo sguardo, ma le emozioni e le sensazioni del toccare con mano anche le terribili conseguenze del conflitto. Video Shock e le musiche donate da Ennio Morricone ad accompagnare gli spettatori in questo viaggio tra“splendore e dramma”.

L’Associazione Priorità Cultura, presieduta da Francesco Rutelli, e la Missione Archeologica Italiana in Siria – Sapienza Università di Roma, diretta da Paolo Matthiae, (in collaborazione con l’Institute for Cultural Diplomacy di Berlino) con questa esperienza vogliono illustrare lo straordinario ruolo che le culture millenarie della Siria hanno avuto nello sviluppo storico dell’umanità, e mettere in luce i danni già avvenuti e i rischi in corso per il patrimonio culturale della Siria. Secondo il principio che umanità, paesaggio e cultura sono elementi inscindibili di una catena che deve essere protetta e salvaguardata.