Sterling Ruby – Chron II

FONDAZIONE MEMMO - PALAZZO RUSPOLI - dal 23/05/2013 al 15/09/2013

FONDAZIONE MEMMO - PALAZZO RUSPOLI

Via Del Corso 418 (00186) Roma Roma Italia
+39 066874704
info@fondazionememmo.it

Info box

Generi: arte contemporanea, personale

Autori: Sterling Ruby

Curatori: Cloè Perrone

L’esposizione presenta oltre settanta opere selezionate dall’artista all’interno della propria collezione personale, illustrando oltre un decennio della sua produzione artistica. La Fondazione Memmo è orgogliosa di annunciare CHRON II, mostra dell’artista americano Sterling Ruby, a cura di Cloé Perrone. L’esposizione presenta oltre settanta opere selezionate dall’artista all’interno della propria collezione personale, illustrando oltre un decennio della sua produzione artistica. CHRON II apre al pubblico venerdì 24 Maggio 2013 a Roma, presso la storica sede della Fondazione a Palazzo Ruspoli, e sarà visibile – a ingresso gratuito – fino al 15 settembre 2013. Questa è la seconda mostra del nuovo programma espositivo dedicato alla giovane scena artistica contemporanea, promosso dalla Fondazione Memmo su iniziativa di Fabiana Marenghi Vaselli e Anna d’Amelio.

Nel 2008, presso il The Drawing Center di New York, Sterling Ruby presentò CHRON, una selezione di opere su carta che evidenziava l’importanza del disegno nella sua ricerca. Allo stesso modo CHRON II sottolinea il ruolo significativo del collage, sia da un punto di vista materiale che allegorico, all’interno della pratica artistica di Ruby, incentrata sull’interdisciplinarietà. L’artista descrive il collage come una “fusione illecita”, accentuando ciò che egli vede come la natura intrinsecamente trasgressiva di questo mezzo espressivo.

Le opere in mostra permettono allo spettatore di immergersi nelle continue ossessioni formali e tematiche di Sterling Ruby, dall’hip-hop all’horror, dai sistemi carcerari alla scultura pubblica, dall’artigianato all’esistenzialismo. Prison (2004) è uno dei primi lavori in cui l’artista utilizza il tema delle prigioni come soggetto artistico. Lo smalto schizzato in opere come Mapping (2008) e Scratch / La Chanel Vernis (2008) può visivamente ricollegare all’uretano schizzato nella serie EXHM (2011-2013). Le implicazioni trascendentali della serie HEAD TREKKERS, in cui teschi diventano pianeti, si riscontrano in altri lavori più recenti dell’artista, come quelli intitolati DRFTRS (2013), dove le immagini di motori, teschi, grotte, necropoli, cuscini artigianali, mostri del cinema e la copertina appuntata di Helter Skelter sembrano galleggiare su sfondi di vernice slavata. Confluendo immaginari aggressivi e destabilizzanti, Ruby crea opere intriganti grazie a un’estetica inaspettata e non convenzionale.

Sterling Ruby vive e lavora a Los Angeles ed è nato a Bitburg, in Germania, nel 1972. Completa gli studi all’Art Center College of Design, Pasadena, California. Fra le principali mostre personali: Soft Work, Centre d’Art Contemporain, Ginevra (2012), FRAC Champagne-Ardenne, Reims (2012), Bonniers Konsthall, Stoccolma (2012); Grid Ripper, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo (2008); Supermax 2008, Museum of Contemporary Art, Los Angeles (2008); CHRON, The Drawing Center, New York (2008). È inoltre prevista una sua personale al Museum Dhont-Dhaenens, Gand, Belgio, nell’autunno del 2013.

La Fondazione Memmo, che dal 1990 realizza mostre dedicate all’arte antica, nasce con l’obiettivo di avvicinare i giovani e il vasto pubblico al mondo dell’arte attraverso la conoscenza di capolavori di tutti i tempi e delle più varie civiltà, mediante la divulgazione, la conservazione e il restauro delle opere d’arte, il sostegno della ricerca scientifica, l’organizzazione diretta o indiretta di convegni, seminari e mostre, anche in collaborazione con musei, università e imprese pubbliche e private. La Fondazione Memmo – Arte Contemporanea, nata da un progetto di Fabiana Marenghi Vaselli e Anna d’Amelio, dal 2012 ha introdotto un nuovo piano espositivo dedicato al panorama artistico contemporaneo.

Nello stesso periodo in cui si svolge la mostra presentata dalla Fondazione Memmo – Arte Contemporanea, Sterling Ruby viene celebrato anche dal MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma con la personale SOFT WORK, nella sede di Testaccio (piazza O. Giustiniani 4, Roma): inaugurazione martedì 21 maggio 2013, ore 19.00, e apertura al pubblico dal 22 maggio al 15 settembre 2013. L’esposizione, pensata dall’artista come un’unica opera, è composta da grandi “sculture morbide”, di cui molte create appositamente in un allestimento suggestivo e originale. Inoltre mercoledì 22 maggio 2013, alle ore 18.00, Ruby terrà una lecture presso l’auditorium del MACRO (via Nizza).

Fondazione Memmo is proud to announce CHRON II, an exhibition by the American artist, Sterling Ruby curated by Cloé Perrone. CHRON II presents more than 70 artworks selected by the artist from his personal collection and represents over a decade of artistic production. The exhibition opens Friday, May 24, 2013 and will be on view until September 15, 2013 at the historical venue of Palazzo Ruspoli. Admission is free. This is the second exhibition from Fondazione Memmo’s new contemporary department devoted to the young art scene to Fabiana Marenghi Vaselli and Anna d’Amelio.

In 2008, the artist presented CHRON, a selection of works on paper at The Drawing Center in New York, which highlighted drawing and mark making in the artists’ research. CHRON II emphasizes the significant role of collage within Ruby’s interdisciplinary artistic practice, both from a material and allegorical perspective. The artist describes collage as an “illicit merger” highlighting what he sees as the inherently transgressive nature of the medium.

The works on view offer the viewer entry to the continuing formal and thematic obsessions of the artist, from hip-hop to horror, from prison systems to public sculpture, from arts and crafts to existentialism. Prison (2004), is an early example of the artists use of prison as subject. The splattered nail polish in works like Mapping (2008) and Scratch / Chanel La Vernis (2008) can be visually connected to the splattered urethane of the EXHM series (2011-2013). The transcendental implications of the HEAD TREKKERS series with its skulls as planet motif is continued in the artist’s most recent series, DRFTRS (2013), where images of engines, skulls, caves, burial grounds, crafted pillows, movie monsters and a marked up Helter Skelter title page seemingly float in washes of paint. Channeling aggressive and uncomfortable imagery, Ruby creates works all the more intriguing by their often unexpected aesthetics.

Sterling Ruby lives and works in Los Angeles and was born in Bitburg, Germany in 1972. He studied at the Art Center College of Design, Pasadena in California. Major solo exhibitions include Soft Work, which opened at Centre D’Art Contemporain, Geneva (2012) and travelled to FRAC Champagne-Ardenne, Reims (2012) and Bonniers Konsthall, Stockholm (2012); Grid Ripper, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo (2008); Supermax 2008, Museum of Contemporary Art, Los Angeles (2008), and Chron, The Drawing Center, New York (2008). He will have a solo show at Museum Dhont-Dhaenens, Ghent, Belgium in the fall of 2013.

Since 1990, Fondazione Memmo has been organizing exhibitions of ancient art. Its aim is to connect young people and the wider public to the art world by introducing them the masterpieces from the most varied civilizations and times, through the dissemination, preservation and restoration of artworks, by supporting the research, and by organizing, directly or indirectly, conferences, seminars and exhibitions in collaboration with museums, universities and public and private companies. Fondazione Memmo – Arte Contemporanea is a project initiated by Fabiana Marenghi Vaselli e Anna d’Amelio in 2012 which introduces a new exhibition program dedicated to contemporary art.

In conjunction with Fondazione Memmo – Arte Contemporanea exhibition, MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma celebrates Sterling Ruby by presenting SOFT WORK, a solo show opening Tuesday, May 21st 2013 at 7pm and on view from May 22 to September 15, 2013 at the Testaccio location (Piazza O. Giustiniani 4, Rome). The exhibition, conceived by the artist as a single work, is composed by large “soft sculptures”, most of which are created specifically for an evocative and original setting. In addition, Ruby will give a lecture at MACRO (Via Nizza) in the auditorium on Wednesday, May 22nd 2013 at 6pm.