A Parigi, nel quartiere degli artisti

17 Aprile 2015

Sacre-Coeur, Montmartre, Parigi

Se Pigalle è il cuore delle notti bianche e lungo la Senna si snoda la vita istituzionale dei suoi maggiori musei, è a Montmartre che da sempre gli artisti residenti a Parigi hanno scelto di vivere. Sabato 18 aprile, Sky Arte HD vi offre una Notte a Montmartre in compagnia del genio e della sregolatezza degli artisti maudit che hanno animato la pittura – e la vita in generale – della Ville Lumiere nell’Ottocento.

Alle 21:10, il critico d’arte Waldemar Januszczak ci accompagna personalmente in cima all’affascinante collina di Montmartre, per andare a conoscere un artista tanto famoso quanto incompreso nel corso della vita: Henri de Toulouse-Lautrec.
Senza ripercorrere a fondo la biografia del pittore, senza entrare con lui nei café chantant della Ville Lumière, non si può comprendere appieno come la sua esperienza di artista cammini in parallelo con la nascita di un nuovo modo di comunicare per immagini. Le locandine di Toulouse-Lautrec per gli spettacoli del Moulin Rouge, le sue trovate da pubblicitario ante litteram segnano infatti l’esordio sulla scena di un tipo di creatività nuova, che anticipa la figura del graphic designer.
Una biografia di Toulouse-Lautrec, che sia degna della complessità del personaggio, non può evitare di affrontare le pagine più difficili di un’esistenza tormentata: segnata dal tentativo disperato di sublimare nell’alcool e nel sesso il dolore per una disabilità fisica fortemente invalidante.

Proprio la rappresentazione del corpo è quella che Edgar Degas – contemporaneo di Toulouse-Lautrec – rivoluziona maggiormente. Alla relazione tra Degas e Il corpo nudo è intitolato un altro capitolo della nostra Notte a Montmartre: nel documentario scritto e diretto da Sandra Paugam, la regista ripercorre la carriera del pittore francese attraverso la sua scelta dei temi, quei nudi che – non rappresentando soggetti mitologici o religiosi, ma donne in carne e ossa – hanno suscitato lo scandalo dei contemporanei e decretato il successo di Degas nella storia dell’arte.

La nostra serata si conclude in bellezza – mai espressione fu più azzeccata! – con una capatina al Moulin Rouge, dove troveremo le avvenenti showgirl che hanno ispirato Toulouse-Lautrec, Degas e chissà quanti altri pittori. Sul palcoscenico sfoderano sorrisi smaglianti, invidiabile freschezza atletica, inarrivabile armonia di movimenti, stupefacente agilità. Ma una volta scese dalla ribalta, spenta l’eco degli applausi festanti del pubblico, cosa ne è delle eroine del più celebre locale di cabaret al mondo? Allenamenti estenuanti, concorrenza impietosa, sacrifici durissimi: scopriamo stasera luci e ombre de Le dive del Moulin Rouge.

Commentate con noi la serata sui social network seguendo l’hashtag #NotteAMontmartre.