All You Need… è la musica dei Beatles!

12 Marzo 2015


È sabato sera, diamo inizio alle danze… sulle note suonate dai Fab Four di Liverpool. Alle 21:10, Sky Arte HD vi offre una Beatles Night tutta da scoprire, e ascoltare naturalmente.
Cominciamo da All You Need Is Love, pionieristico documentario realizzato da Tony Palmer negli anni Settanta. Al giornalista non era andato a genio un altro programma, andato in onda nel 1968, in cui la musica di quel rivoluzionario decennio sembrava uscita dal nulla. Come se non ci fossero stati, prima, il ragtime e il jazz, la musica country e lo swing!
Tony decide allora di imbarcarsi in un progetto incredibile, quello di raccontare la storia della musica popolare dalle origini ai giorni nostri.

Il documentario di Palmer è ancora più straordinario oggi, perché nel rivederlo possiamo assaporare l’atmosfera di quegli anni: un decennio in cui la musica pop entrava definitivamente nella leggenda. Il titolo del programma di Palmer già ci dice che, in questo racconto, i Beatles hanno una parte fondamentale. Anzi, il contributo di uno di loro non si esaurisce ad autorizzare l’utilizzo del nome di una canzone del 1967 per il documentario. A fare da consulente a Palmer in questa impresa è infatti un suo caro amico, di nome John Lennon…

Chiusa la parentesi coi Beatles, ecco emergere proprio la figura di John in LennoNYC, in cui Michael Epstein racconta le ragioni di una scelta di vita radicale da parte del famoso “baronetto inglese”: stabilirsi nella Grande Mela. Il documentario ricostruisce l’intera vicenda grazie al contributo e al ricordo di chi all’epoca ha vissuto e lavorato a stretto contatto con l’artista: partendo da Elton John e arrivando naturalmente a Yoko Ono. Una storia, questa, che con i suoi alti e bassi ha influito sulla vita privata e artistica di Lennon, osteggiato dagli Stati Uniti al punto da tramutare la richiesta di cittadinanza in un calvario.

Di problemi organizzativi e pratiche burocratiche ne sapeva qualcosa anche Freda Kelly, figura sconosciuta ai più che in realtà potremmo definire il quinto elemento del gruppo. Parliamo infatti de La segretaria dei Beatles, protagonista del documentario diretto da Ryan White. Stretta collaboratrice del manager dei Fab Four – Brian Epstein – Freda fu a lungo responsabile del fan club dei Beatles: era lei a rispondere alle centinaia di lettere, a gratificare ogni fan inviando gadget, autografi, auguri di Natale; tenendo le fila di un popolo cresciuto, nello spazio di pochissimi anni, fino a unire oltre 16mila persone.
Nell’ultima parte della nostra Beatles Night rivedremo il gruppo al completo, in un lungometraggio che torna in onda a 50 anni dall’uscita dalle sale: A Hard Day’s Night, prima pellicola musicale interpretata dai Beatles, diretti per l’occasione dal leggendario regista Richard Lester. Restaurato in 4K e con audio rimasterizzato, questo divertentissimo film promette di fugare la stanchezza di qualsiasi Hard Day vissuto in settimana…

Seguite coi noi la serata sui social network, attraverso l’hashtag #BeatlesNight.

La curiosità – Per la gioia dei fan, collaboratori e amici di John Lennon e compagni continuano a omaggiare i componenti dei Beatles, singolarmente o assieme, rivelando aspetti poco noti della loro vita. È di poco tempo fa, per esempio, la pubblicazione di un libro fotografico tutto incentrato sulla storia d’amore e d’arte vissuta da John e la sua Yoko Ono.