Anche Michelangelo ha il suo… Codice!

17 Ottobre 2013


Scultore, pittore, architetto, poeta. Figura fondamentale per la Storia dell’Arte: genio inarrivabile, venato da un carattere a tratti scontroso e irascibile. Un personaggio complesso, per certi versi difficile Michelangelo Buonarroti: una lunga maratona firmata Sky Arte HD ci ricorda la sua straordinaria parabola creativa; ma ci guida anche alla scoperta dei più intriganti misteri che si celano dietro la sua opera.

Tutti conoscono quello che Dan Brown ha attribuito a da Vinci. Ma se anche Michelangelo avesse il suo… Codice? Tesi avventurose e un po’ rocambolesche, ma assolutamente – e incredibilmente – plausibili: sono quelle proposte dal giornalista e critico d’arte della BBC Waldemar Januszczak, che svela con rigore scientifico piste inedite e tracce affascinanti. Lungo un filo che dalla Roma rinascimentale porta al Texas, seguendo oscure sette segrete.

Al centro dell’indagine di Januszczak c’è la Cappella Sistina, capolavoro assoluto e definitivo del Michelangelo pittore. Un’impresa titanica, da rivivere grazie alla magia mozzafiato dell’alta definizione: è un tour virtuale di assoluto impatto scenico quello proposto da Sky Arte, che mostra gli affreschi di Michelangelo così come non li avete mai visti prima. Offrendo una visuale ravvicinata, unica ed esclusiva.

Realtà e fiction si incontrano in quella che è stata la prima grande produzione firmata da Sky Arte HD. E che torna, oggi, a emozionare. Rutger Hauer veste i panni del Buonarroti maturo ne Il cuore e la pietra , docu-film che compie un autentico tuffo nel passato. Entrando nella bottega dell’artista, rivivendo le sue tensioni e i tormenti; documentando i processi creativi ma anche i rapporti con maestri, allievi, committenti.

La curiosità – Michelangelo condusse la sua lunga vita – è morto nel 1564 ormai novantenne – nella più completa solitudine, rinforzando così la leggenda legata al suo carattere intrattabile. Al punto che studiosi moderni hanno avanzato l’ipotesi che possa essere stato affetto da sindrome di Aspergen, possibile causa dei suoi noti e rovinosi scatti d’ira.