Ancora di più: l’amore per Barbet Schroeder

6 Maggio 2015

More Di più ancora di più

Ancora una perla rara della cinematografia mondiale viene proposta da Gianni Canova ai nostri spettatori più appassionati, a continuare l’esplorazione degli archivi di Raro Arte. Il lungometraggio di questa settimana risale addirittura al 1969 ed è firmato da Barbet Schroeder… e dai Pink Floyd. La colonna sonora di More. Di più, ancora di più è infatti interamente composta dalla band di culto, che ben accompagna per temi e stile il viaggio onirico e drammatico compiuto dai protagonisti del film nel mondo della droga.

Il tedesco Stefan e la statunitense Estelle sono i due giovani al centro di un’intensa storia d’amore, cui purtroppo non verrà risparmiato un tragico epilogo. A fare da sfondo alla vicenda è la città di Ibiza, allora sinonimo di psichedelia ed esperienze di vita al di fuori di qualsiasi controllo, anche e soprattutto personale.

Proprio per il coraggio e l’intensità con cui Schroeder affronta il suo soggetto, More è diventato a distanza di quarant’anni un film da cultori del cinema, consacrato dalla proiezione speciale al Festival di Cannes del 2002.