Leonardo Carrano: musica per immagini

2 Febbraio 2015

Leonardo Carrano al lavoro su un'animazione

Il nostro appuntamento con l’animazione italiana ci porta stasera nello studio di Leonardo Carrano, di cui Animania – in onda dalle 20:40 – mostrerà strumenti di lavoro e risultati creativi. Resterete strabiliati dai cortometraggi che l’artista realizza, operando con tecniche di “umili” origini che prevedono l’impiego di pellicole, solventi, colori, pennellini… e tanta abilità, soprattutto.

Leonardo Carrano, nato a Roma nel 1958, ha alle spalle una formazione da pittore, che ha deciso di sfruttare per la creazione di film d’animazione sperimentali, la cui potenza nasce proprio combinando diversi linguaggi e tecniche. Uno degli ultimi lavori, Jazz for a Massacre, è stato realizzato per esempio direttamente su pellicola 35mm.

Ripercorrendo indietro la sua filmografia, ci imbattiamo poi nello straordinario Aeterna, basato sull’animazione delle musiche del Requiem di Mozart. L’ambizione del progetto è quella di trasporre in video l’immaginazione scaturita dall’omonimo componimento mozartiano: per ciascuno dei quattordici movimenti della celebre Messa è stata realizzata una video-animazione sperimentale, con l’obiettivo di comporre un insieme organico ma variegato. A tale proposito, ciascuno dei film è stato realizzato con la collaborazione di un co-regista, che ha arricchito la ricerca con la propria sensibilità e il proprio apporto artistico, culturale e tecnico.

Per quest’opera, Ennio Morricone in persona ha espresso un apprezzamento entusiasta: “È un’opera straordinaria, unica, eccezionale. Il Requiem di Mozart è esaltato dalle invenzioni di immagini dove appare un mondo più in alto di noi. Ma anche la musica dà al film il contributo emozionale che ci colpisce. I volti sofferenti, i corpi martoriati intrecciati nelle immagini astratte ma chiaramente disegnate e conseguenti (dal bianco al nero) consegnano all’ascoltatore che “vede” delle emozioni altissime.

La curiosità – In merito alla realizzazione del cortometraggio Aeterna, Leonardo Carrano ha dichiarato di aver trasfigurato al suo interno la sua esperienza d’ascolto del Requiem… durata dodici anni consecutivi: cinque di ascolto “passivo”, cui vanno aggiunti i sette anni di lavorazione della sua opera.