Arte a misura di bambino

12 aprile 2013


“Ci ho messo tutta una vita a imparare a dipingere come un bambino”: magnifica dichiarazione di un genio assoluto dell’arte, quel Pablo Picasso che rivendicava nella maturazione di uno stile istintivo, libero e coinvolgente la stessa disinvolta freschezza propria dell’età dell’innocenza. Il mondo dell’arte, apparentemente tanto complesso, può forse risultare più vicino e comprensibile se guardato attraverso il telescopio dell’infanzia. In fondo L’arte non è Marte.

Sky Arte HD apre le porte di importanti musei e collezioni ai più piccoli: attraverso la formula del gioco e della sfida ludica, i giovanissimi protagonisti di questa nuova serie si immergono in prima persona nell’affascinante universo dell’arte. Imparando, certo: ma anche insegnando. Perché le loro domande, le loro riflessioni spontanee e la loro innata e spigliata curiosità risultano canale privilegiato per appassionare anche i più grandi.

Da una parte Kris, Martina e Francesco. Dall’altra Dennis, Jasmine e Valentina. Due squadre affiatate e agguerrite, decise a vincere le tre sfide poste loro ad ogni puntata: si va dal riconoscimento di un’opera specifica alla sua libera interpretazione, fino alla riproduzione di un capolavoro con tecniche prossime a quelle artistiche. Dall’idea alla pratica, insomma: quasi si trattasse della vita e del lavoro in un autentico atelier.

Prima tappa nella Galleria d’Arte Moderna di Milano, per un incontro a tu per tu con il Neoclassicismo. Le due squadre sono chiamate a destreggiarsi tra i gessi e i marmi di Canova: dovranno riconoscere la mano del maestro rispetto a quella di altri artisti; ma anche dare anima e voce ad un gruppo scultoreo, impersonandone i diversi protagonisti. Infine, mani in pasta: ecco i giovani scultori alle prese con la creazione di un busto in puro stile neoclassico.