Arte a passo di danza con le ballerine di Degas

21 Novembre 2012


Sono fotografie in pittura quelle scattate da uno tra i più grandi maestri dell’Impressionismo, capace di cogliere con l’immediatezza propria di un’istantanea attimi di intensa umanità; un occhio vigile, sempre curioso, in grado di riconoscere e catturare tenere intimità. Senza mai risultare invadente. Edgar Degas è stato testimone attento di una società in trasformazione, raccontata alle telecamere di Sky Arte HD attraverso una mostra straordinaria.

Arrivano dal Musée d’Orsay di Parigi, il tempio dell’Impressionismo, le circa ottanta opere che alla Promotrice delle Belle Arti di Torino contribuiscono alla mostra più ricca mai dedicata dall’Italia a questo straordinario maestro. Una lettura completa, che scandaglia a fondo tutti i temi cari a Degas; e che sa al contempo analizzare in modo approfondito i diversi linguaggi da lui sperimentati: dal disegno all’olio, fino alla scultura.

Immancabili le ballerine, quasi un’ossessione per il pittore: leggere come fate nei pastelli che hanno eternato le capacità di una mano unica; energiche e maestose in quei bronzi che costituiscono la produzione meno nota al grande pubblico. Ma non per questo la meno affascinante. Con la sua arte Degas intona un inno alla donna, alla più schietta femminilità: ecco allora accanto alle scene di balletto i celebri nudi, venati di sensuale armonia.

Difficile trovare un cronista del proprio tempo più attento e puntuale di Degas: nei ritratti e nelle frizzanti scene di vita mondana sa restituire con la purezza formale che gli appartiene la fervente e dinamica socialità della Parigi borghese: tele come “L’Orchestra dell’Opéra” o “Donne fuori da un caffè la sera” sanno ricreare la suggestione, i suoni e le atmosfere di un momento storico di irripetibile magia.