I fumetti? Sono una cosa seria!

15 Gennaio 2015


Non chiamateli “giornalini”. Non relegateli all’editoria per l’infanzia – che, tra l’altro, merita la massima considerazione. Non limitatevi, insomma, a concepire il fumetto come un divertissement delle arti visive.
Autori, lettori e critici – perché anche i fumetti hanno i loro studiosi, con tanto di cattedra universitaria – si battono da anni perché il fumetto venga considerato la nona arte. Popolare, forse; sicuramente, diretta ed essenziale in molte sue manifestazioni. Ma non per questo meno importante.

Con questa serata, Sky Arte HD vuole appunto farvi scoprire l’Arte del Fumetto, anche e soprattutto negli ambiti di applicazione meno conosciuti, più lontani dagli universi dei supereroi o degli animali antropomorfizzati. Il nostro viaggio ha inizio alle 21:10, con lo speciale dedicato a Herbert Block. Herblock – Una matita al veleno ripercorre 55 anni di carriera del giornalista – fumettista, naturalmente – del Washington Post, che in questo lasso di tempo ha visto passare 13 diversi Presidenti degli Stati Uniti. Contribuendo anche alle dimissioni di uno di loro, Richard Nixon, grazie al suo ruolo significativo nell’inchiesta sul Watergate. In questo documentario, contribuiranno al resoconto della sua carriera – e alla relativa evoluzione della satira americana – coloro che meglio l’hanno conosciuto, da Carl Bernstein a Jon Stewart.

L’arte può essere politica e il fumetto non fa eccezione, l’abbiamo appena detto. Ma che ruolo può giocare, questa forma di espressione, nei confronti di una guerra? Ne I fumetti vanno alla guerra, in onda alle ore 22:50, Sky Arte HD analizza i casi – numerosi, a dispetto di quanto si possa pensare – in cui il fumetto è diventato strumento di indagine della più cruenta delle realtà: il conflitto armato, sublimato o tragicamente inciso nella memoria grazie al tratto nero dell’inchiostro di china.

Chiude la nostra indagine uno speciale “piccante”, che non a caso andrà in onda a mezzanotte: garantito, Sex in the comics smentirà qualsiasi convinzione residua che i fumetti non siano una lettura per adulti. Con tanto di Parental Advisor, se a esprimere in forma grafica il proprio immaginario erotico sono fumettisti del calibro di Milo Manara, Robert Crumb, ZEP e Maruo. La giovane artista newyorkese Molly Crabapple ci accompagnerà alla scoperta dei loro albi più scabrosi, insieme a quelli di nuovi talenti tutti da… scoprire.

Commentate con noi la serata sui social network seguendo l’hashtag #ArteDelFumetto.

La curiosità – Uno dei più famosi romanzi a fumetti contemporanei è ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e, in particolare, racconta la persecuzione degli ebrei da parte del regime nazista. Protagonista di quest’opera, realizzata da Art Spiegelman, è… un topo (da cui il titolo del fumetto, Maus). Non Topolino, bensì il suo rovescio: metafora di un ebreo inerme, come il topo quando cade tra le grinfie del gatto.