Banksy e Basquiat. Arte spray

17 settembre 2014


New York chiama. Bristol risponde. La rivoluzione scorre da una parte all’altra dell’Oceano, rispondendo in periodi diversi a medesime urgenze: quelle di rinnovare l’arte attraverso linguaggi nuovi, più schietti e immediati; uscendo dagli schemi tradizionali, dalle logiche delle gallerie e dei musei. Parlando il linguaggio della strada. Sky Arte HD racconta le tappe fondamentali di un’avventura fantastica nel corso di una frizzante Graffiti Night.

Un viaggio a ritroso nel tempo, che parte con il visionario Exit through the gift shop: il “non-documentario” che vede il folle film-maker Thierry Guetta tentare di svelare l’identità di Banksy, il misterioso re della street-art, finendo per diventare egli stesso artista. Secondo un processo narrativo orchestrato proprio da Banksy, che mostra così la natura effimera del successo delle star internazionali, ironizzando cinicamente sulle tangenze tra la sfera dell’underground e quella del mainstream.

A seguire ci spostiamo nella New York dei primi Anni Ottanta, culla del movimento della street-art. Dove incontriamo Yoko Ono e Kenny Scharf, ciceroni d’eccezione per portarci alla scoperta del The Universe of Keith Haring; e dove potremo in seguito tuffarci nelle difficili ma fascinose atmosfere di Downtown 81. Un documento straordinario quello girato dal fotografo Edo Bertoglio tra il 1980 e il 1981, seguendo un emergente Jean-Michel Basquiat a zonzo per le strade di una irriconoscibile Manhattan.

A tirare le fila del discorso, prima di entrare nell’universo di Basquiat, è però Street Art – La ribellione lampo. Un docu-film intenso, che scava nell’anima della filosofia della graffiti culture , dando voce ai suoi protagonisti e cercando di trasportare sul piccolo schermo l’adrenalinica velocità di un’azione creativa figlia dell’istinto, della velocità, dell’urgenza di lasciare un segno che combatta l’oblio della contemporaneità.

Commenta con noi la serata sui social network seguendo l’hashtag #GraffitiNight

La curiosità – “Lui veniva alle mie feste, io andavo alle sue!”  così in un’intervista Madonna, che ricorda l’amicizia con il compianto Keith Haring. E l’aneddoto secondo cui, ad un  party di Capodanno, lei gli abbia “rubato” il partner…


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close