Brunelleschi e le grandi cupole del mondo

6 Maggio 2020

Firenze con Cupola Brunelleschi

Seicento anni fa, Filippo Brunelleschi e i suoi operai davano il via a una impresa straordinaria: innalzare la cupola di Firenze, una delle più grandi opere ingegneristiche e architettoniche d’ogni tempo e uno dei simboli del Rinascimento. Brunelleschi e le grandi cupole del mondo, in onda su Sky Arte giovedì 14 e 21 maggio, racconta – in due episodi ‒ quella sfida tecnica senza precedenti e la personalità geniale di Brunelleschi, le sue astuzie e il suo coraggio, le soluzioni innovative e i macchinari che inventò per portare a compimento l’impresa.

Al tempo stesso il documentario celebra la forma della cupola, densa di significati simbolici, religiosi e artistici. Un viaggio dall’antichità ai giorni nostri che va da Roma a Istanbul, dall’Inghilterra alla Germania, dagli Stati Uniti all’India, mostrandoci capolavori antichi come la cupola del Pantheon, della cattedrale di San Pietro, della chiesa di Santa Sofia, gli affreschi di Correggio nella cupola del Duomo di Parma e meraviglie moderne come le cupole geodetiche di Buckminster Fuller, il Millennium Dome di Londra o la cupola del Reichstag di Berlino progettata da Norman Foster.

Il racconto segue anche l’artista britannico Luke Jerram mentre progetta e costruisce Palm Temple, una cupola contemporanea commissionata da Sky Arte: un luogo di contemplazione ideato per far prendere consapevolezza dell’impatto che l’uomo ha sulla natura. Un’opera di arte pubblica installata a Coal Drops Yard ‒ nei pressi della stazione di King’s Cross ‒ nuovo polo creativo e sede di aziende d’avanguardia, simbolo della Londra che cambia e si evolve ma con forti radici nel passato.