Grandi fotografi dalla moda al reportage

3 Febbraio 2015

Mikhail Baryshnikov nello studio di Capture, programma sulla fotografia contemporanea

Di nuovo ospiti del fotografo Mark Seliger, che nel suo studio ci offre la possibilità di guardare con occhi nuovi alle immagini, conoscendo le storie dietro ogni scatto: appuntamento stasera alle 22:05 con altri due episodi di Capture, il salotto della fotografia contemporanea. I primi a sedersi sul divanetto del set, saranno stasera il fotografo di moda Sebastian Kim e Alan Cumming, attore, regista e fotografo.

Sebastian Kim è uno dei fotografi più richiesti dalle case di moda – tra i suoi clienti ci sono Calvin Klein e John Galliano – come dalle riviste patinate più glamour, Vogue in testa. Qual è il segreto del suo successo? Se glielo si chiede, la risposta di Sebastian vi sorprenderà per quanto è onesta: “Non ci sono scorciatoie, per raggiungere il successo. Devi semplicemente concentrarti sui tuoi obiettivi e non permettere che le sconfitte ti scoraggino, offuscando i tuoi sogni. Ci vogliono duro lavoro, dedizione e perseveranza”.

Chi, meglio di lui, può saperlo? Sebastian ha pubblicato i suoi primi lavori a 16 anni, si è laureato e poi ha lavorato come assistente di Richard Avedon. A trentadue anni, quando ha deciso di lasciare lo studio del suo maestro e mettersi in proprio, era giovane solo anagraficamente: alle spalle, poteva vantare già un lungo, prestigioso percorso professionale.

Anche il secondo episodio di Capture, in onda stasera, coinvolge un giovane fotografo la cui carriera ha già raggiunto la maturità. Ben Lowy ha scelto il fotogiornalismo, invece della fotografia commerciale, ma alcune sue immagini sono state definite da Photo District News tra le più iconiche degli anni Duemila. La prima campagna militare seguita da Lowy risale al 2003, in Iraq, mentre negli ultimi anni sta documentando la vita in Libia grazie al sostegno della Magnum Foundation.
Con lui, ospite della seconda puntata del programma condotto da Mark Seliger sarà Mikhail “Misha” Baryshnikov, la cui esperienza con la fotografia non è di così lungo corso… essendo egli innanzitutto uno dei più grandi ballerini a livello mondiale.

La curiosità – Ben Lowy è già passato alla storia del fotogiornalismo per una scelta tecnica ed estetica assieme: quella di testimoniare grande parte del conflitto in Iraq ricorrendo alla fotocamera… del suo iPhone.