Jovanotti e Rolling Stone per Lucio Dalla

27 febbraio 2013


Una voce dalla potenza e dal timbro unici, capace di spaziare con uguale felicità dal pop alla lirica; un talento versatile, magico e visionario: un artista al tempo stesso profondissimo e popolare. Lucio Dalla è una figura di riferimento per il mondo della musica, che a un anno esatto dalla sua improvvisa scomparsa non può non ricordarlo con affetto sincero. Su Sky Arte HD è Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, a firmare un omaggio esclusivo.

Un evento nato dalla collaborazione tra Rolling Stone e Lorenzo Jovanotti, che porta le telecamere nel backstage dell’ultimo tour del cantante toscano. Lorenzo ricorda a suo modo l’inimitabile Lucio: tra aneddoti e riferimenti all’eccezionale eredità culturale di un personaggio inimitabile. Fino all’imprescindibile prova del palco: con un commosso Jovanotti a interpretare la mitica “L’anno che verrà”.

Lucio Dalla ricordato, raccontato, evocato. Lucio Dalla ancora presente, in una sua recente e apprezzatissima esibizione. Ha conosciuto l’interpretazione guascona di Roberto Benigni e quella ammiccante di Eduardo De Filippo; ma anche quella effervescente e travolgente del premio Nobel Dario Fo. Nel cuore degli appassionati di musica resta impressa la versione che ha portato in scena nella sua Bologna, nel 2005, proprio Dalla. Ecco, dopo l’omaggio di Jovanotti, Pierino e il lupo.

Un allestimento da sogno quello del capolavoro che, a metà Anni Trenta, Sergej Prokofiev compone nel tentativo – riuscito – di appassionare anche i bambini al non sempre facile mondo dell’opera: una fiaba in musica, nella quale l’incedere del narratore si intreccia mirabilmente con le evocative immagini costruite dall’orchestra. Dove ogni strumento presta la propria voce ad un diverso personaggio.